Alimenti ribelli e vivi

Scritto da Giuseppe Capano il 3 luglio 2016 – 22:41 -

Fagiolini neri particolare sezionato 318Ho assaggiato oggi i primi veri fagiolini di stagione, le sensazioni sono state sublimi e anche se serviti per preparare una pasta tutti quelli rimasti me li sono gustati al naturale.
Cioè senza nulla, neanche il mio amatissimo olio delle olive, erano del resto di una bontà indescrivibile e mentre li mangiavo pensavo all’incredibile regalo che la natura nei suoi prodotti stagionali sa donarci in maniera semplice e elementare.

Mi rendo conto che ai più questo sembra una banalità, poi per uno che di mestiere fa il trasformatore del cibo in qualcosa di costruito può sembrare ancora più banale soffermarsi su questi pensieri.
Eppure sono rimasto ancora una volta colpito dal sapore autentico e sincero di un cibo, in questo caso semplicemente lessato.
E questo è un bene, devo dirvelo con molta forza, per me è un gran bene che continui a stupirmi della bontà dell’elementarità della natura nei suoi straordinari prodotti vegetali.
È un bene anche che ancora esistano prodotti così, che per quanto si cerchi di standardizzare nella produzione, nella forma, nei sapori e nei profumi i cibi continuano a essere “alimenti ribelli e vivi”.
Con tutto il loro carattere, l’essere storti e non dritti, apparire più scuri o più chiari, lanciare profumi estremamente personali e individuali, avere sapori finali imprevedibili per quanto noti e già assimilati.
Questo bene è venuto fuori questa sera e di questa magia non potevo non riportare la sua enfasi, la sua bellezza, la mia fortuna di degustatore di “banali” fagiolini verdi.
È ancora più forte questa enfasi perché spesso per lavoro dovendo scrivere articoli con mesi e mesi di anticipo o provare ricette di altri autori prima della pubblicazione mi tocca utilizzare prodotti lontani dalla loro naturale stagionalità.
Così ricordo ancora la mortificazione nell’assaggiare piatti con fagiolini a gennaio o febbraio, arrivati da chissà dove, ma più che altro anonimi in tutto: nel colore, nel sapore, nella forma, nella consistenza, nell’anima assente.
Non vi dico poi quando in un ristorante per nulla economico a mia insaputa mi hanno servito dei fagiolini palesemente congelati per accompagnare un secondo.
Perché?
So poi benissimo che tonnellate di fagiolini congelati vengono sia venduti che serviti, per non parlare di quelli in scatola  o in qualche salamoia particolare magari spacciati per specialità.
La vera specialità è invece adesso, ora potete farvi incantare perché se un prodotto arriva a essere così goloso senza nulla vuol dire che siamo ancora estremamente fortunati.
Oggi, domani chissà!!!

Fagiolini toscana crdui 518


Tags: , ,
Postato in Alimenti, Cibo, Mondo alimentare | 2 Commenti »


2 Commenti per “Alimenti ribelli e vivi”

  1. Luisa Scrive il Jul 15, 2016 | Replica

    Buon giorno Giuseppe
    Meraviglioso!
    Credevo ormai di essere l’unica a ringraziare la natura e ad apprezzare il gusto “naturale” di prodotti stagionali senza aggiunte!
    I fagiolini che compero stagionalmente o dai contadini del mio territorio o quando riesco a coltivarli nel mio piccolo orto, sono un godimento per i miei occhi e per le mie “papille” felici di questo incontro!
    Non sono mai riuscita a mangiare quelli surgelati e nemmeno quelli “plasticati” che si trovano nei supermercati, mortificano il prodotto meraviglioso che la natura ci dà.
    Ho scoperto da poco il tuo blog mentre ero alla ricerca di zuppe particolari con lenticchie, ti ringrazio perché ne ho trovate di interessanti e goloso che proverò sicuramente!
    Grazie per condividere generosamente il tuo tempo e le tue conoscenze
    Buona giornata
    Luisa

  2. Giuseppe Capano Scrive il Jul 15, 2016 | Replica

    Buongiorno a te Luisa,
    grazie delle belle considerazioni, ottime scelte le tue in fatto di consumo di prodotti stagionali e quando possibili locali, peccato che la maggioranza delle persone non abbia questa intelligente sensibilità in merito.
    Spero che le mie ricette sapranno soddisfarti pienamente, per qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento