Appuntamento a Festambiente

Scritto da Giuseppe Capano il 28 luglio 2011 – 13:16 -

Manifesto festambiente 2011

Oggi giornata di preparativi per la partenza. Inizia di nuovo la grande avventura del ristorante vegetariano di Festambiente, nei prossimi giorni vi terrò informato quotidianamente su eventi, ricette, giornate di lavoro, incontri legati a questo impegno. Per ora vi faccio una breve presentazione delle prerogative di questo aggregatore del buon mangiare vegetale.

La cucina del ristorante biologico di Festambiente segue una strada tracciata in molti anni di lavoro e che col tempo a portato a delineare una linea di cucina delle Verdure dove vengono coniugate le moderne indicazioni nutrizionali con la secolare tradizione mediterranea, termine che non serve a indicare tanto le aree geografiche e le regioni del sud che si affacciano sul mare, ma un modo, una filosofia, una pratica di utilizzo dei prodotti del territorio, ritrovabile in Toscana piuttosto che in Tunisia, in Sicilia piuttosto che nelle aspre montagne d’Abruzzo, nella visione gastronomica diversificata eppure simile di Italiani, Greci, Spagnoli, Africani.

È una cucina basata sulle straordinarie risorse organolettiche del mondo vegetale e di solo questo mondo si fa forza sfruttando le sinergie tra verdure, ortaggi, legumi e cereali arricchiti dove necessario con latticini e uova, per semplificare si potrebbe definire vegetariana, ma abbiamo la presunzione di pensare che sia molto più di questo e preferiamo chiamarla Cucina delle Verdure intendendo così sottolineare e valorizzare al meglio prodotti che nella cucina classica recitano spesso un ruolo minore.

Nella scelta delle proposte si è preferito curare la qualità delle materie prime, valorizzare la professionalità del team di cucina, ricercare e studiare i piatti migliori in relazione all’alto numero di coperti da soddisfare. Perché bisogna ricordare che preparare singole ricette di verdure per 2-300 persone ognuna implica difficoltà tecniche e organizzative di alto livello se si vogliono rispettare criteri di alta qualità finale ed è proprio su questo che ruota il lavoro quotidiano della cucina del ristorante.

Per soddisfare i mille clienti di media che ogni sera affollano i tavoli del ristorante si è dovuto optare per un servizio a self service che se non rende pienamente giustizia alla qualità dei piatti (gli stessi piatti serviti al tavolo da un cameriere e magari meglio decorati hanno un riscontro certamente più alto) se non altro consente di soddisfare gli alti numeri senza che la gestione complessiva costringa a innalzare troppo i prezzi dei piatti.

Ristorante festambiente

Ovviamente come Chef preferirei un bel servizio al tavolo che esalti al massimo il lavoro di cucina, ma questa è un avventura particolare dove bisogna fare di necessità virtù e per ora, devo dire, l’apprezzamento dei clienti ha dato ragione a questa scelta.
Vi aspetto tutti per gustare e sentire le vostre riflessioni sincere sulle mie preparazioni.


Tags:
Postato in Eventi | 2 Commenti »


2 Commenti per “Appuntamento a Festambiente”

  1. Silvia Scrive il Jul 30, 2011 | Replica

    Ciao Pino!!! ben ritrovato!!
    Se riesco vengo a trovarti a FA, riesci a nutrire anche i celiaci? perché nel frattempo sono entrata a far parte del club!

    Un abbraccio e buon lavoro per FA, ciao!

    Silvia Festini Capello

  2. Giuseppe Capano Scrive il Jul 30, 2011 | Replica

    Ciao Silvia,
    mi farebbe molto piacere rivederti, quindi spero di incontrarti.
    Se non hai una forma di celiachia grave sicuramente ti faccio trovare dei piatti senza glutine (al massimo te li faccio preparare al momento), ma considera che per problemi logistici (che poi in parte conosci) non abbiano un laboratorio a parte asettico dove poter preparare ricette sicuramente senza tracce di glutine, quindi una contaminazione aerea nella nostra cucina può sempre esserci. In genere per i celiaci risolviamo così, ma per chi ha una forma grave preferiamo essere più prudenti e cauti.
    Comunque spero di vederti ugualmente.
    A presto

    Pino

Aggiungi un commento