Buone feste

Scritto da Giuseppe Capano il 24 dicembre 2016 – 12:03 -

cibo-globale-318Le immagini che vedete sono il frutto di una sequenza video che ho visto all’interno di una bellissima mostra a novembre all’interno degli spazi dell’altrettanto bel museo della scienza e della tecnica di Milano.
Una mostra dedicata al cibo in molte delle sue tante sfumature, dagli oggetti collegati al cibo, agli strumenti, alle mode e alle usanze, all’impatto ambientale, alla gestione della terra coltivata, al mondo della produzione e dello sfruttamento, al consumismo senza regole e deontologia.

Molto aveva anche a che fare con la nutrizione e quindi la salute, una spinta a riflettere su molte cose che consumiamo senza pensarci su più di tanto salvo poi accorgerci troppo tardi dei danni che ci hanno portato.
Il mondo del cibo, del consumo, dell’alimentazione e della salute è estremamente complesso, giocano un ruolo determinante i gusti e i sapori locali e specifici di un ambiente umano.
Ma il cibo è anche un fatto sociale, un interscambio di umanità e convivialità in cui si riflettono mondi paralleli, visioni diverse, valori attribuiti agli alimenti e allo stesso tempo estranei a essi nella realtà oggettiva.
Il collegamento a tavola è il fulcro di tutto questo, ci sono tradizioni specifiche e tutte sono accomunate dal piacere di consumare e condividere il cibo preparato con amore e una grande passione.
Il piatto finale è come un quadro dove il pittore ai fornelli ha impresso la sua totale partecipazione emotiva scegliendo al posto dei colori alimenti, spezie, erbe, odori, consistenze, cotture.
Un quadro destinato a non rimanere come oggetto, il suo rimanere è nei sensi e nelle sensazioni come nella replicabilità infinita.
È  però un rimanere anche nella presenza, cioè nell’essere presente tutti insieme attorno a una tavola e tutti insieme gustare il cibo preparato.
Come è relativo, in maniera formale, con strumenti specifici o semplicemente con le mani come vediamo in queste foto dove sono le mani stesse a essere strumenti e la formalità è semplice spontaneità.
La condivisione mi pare totale, può piacere o meno, ma bisogna riconoscergli una grande capacità di partecipazione e unione solidale.
La stessa che vi auguro per queste prossime feste al di la di come le vorrete fare e disporre.
Conta ritrovarsi e stare insieme, sereni e felici del cibo preparato con il più grande amore possibile.
Buone feste!

cibo-globale-518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Cibo, cultura e società, Mondo alimentare | 2 Commenti »


2 Commenti per “Buone feste”

  1. Michele Tuveri Scrive il dic 25, 2016 | Replica

    buone feste Giuseppe, e felice anno nuovo
    grazie e a presto
    michele

  2. Giuseppe Capano Scrive il dic 25, 2016 | Replica

    Michele buongiorno,
    ti faccio i miei personali auguri di Buone Feste, spero piacevoli e saporiti, richci di profumi, gusti, suggestioni e passioni.
    Insomma un buon Natale!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento