Un dolcetto per rincuorare

Scritto da Giuseppe Capano il 4 gennaio 2015 – 21:01 -

Quadrotti alle mele, pinoli e cioccolato 518Visto che ho iniziato l’anno evocando la poesia e il coraggio delle mele ancora salde sui loro rami di origine malgrado l’inverno avanzato, il freddo, il gelo, il vento, la notte oscura e buia e tutto quello che si può immaginare, la prima ricetta di questo mio nuovo percorso sul blog non poteva che riguardare questo splendido frutto.
Un dolce che ricalca una struttura compositiva a me già molto nota che qui ho voluto modificare in alcuni punti cambiando anche la melodia finale per capire se l’effetto avrebbe mantenuto l’armonia dell’origine.


Tags: , , , ,
Postato in Dolci e Dessert, Racconti e poesia | 4 Comments »

Cucinare e dialogare verso un essenza di vita

Scritto da Giuseppe Capano il 17 novembre 2014 – 09:49 -

Spaghetti bicolore in cottura 518Preparavo con la mia piccola oggi un semplice piatto di pasta, ho lasciato a lei decidere a grandi linee abbinamenti e passaggi, ho suggerito da parte mia solo il come era importante farli.
Così ho guidato i suoi desideri e fatto da assistente in un crescendo di melodia come un concerto di musica classica dove alle note soffuse iniziali si passa poi di colpo all’enfasi di un’orchestra intera intenta a celebrare la musica riconoscendo in essa l’anima di chi la scritta.


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Racconti e poesia | 2 Comments »

Una civiltà ancora così incredibilmente primitiva

Scritto da Giuseppe Capano il 7 ottobre 2014 – 22:58 -

Faggio deturpato 518La bramosia di incidere la natura con il proprio passare come se di fronte a essa ci si sentisse enormemente inferiori e molto primitivi nel non riuscirne a capire il linguaggio e l’artistica bellezza.
Un blackout del cervello e prima ancora dell’anima, l’assenza dello spirito e della coscienza, l’abbandonarsi al vuoto della consapevolezza, l’incapacità di saper controllare le proprie mani, il vuoto totale dei pensieri, la latitanza del dubbio.


Tags: , ,
Postato in Cibo, cultura e società, Racconti e poesia | Nessun commento »

Ringraziamento e ammissione

Scritto da Giuseppe Capano il 16 aprile 2014 – 23:30 -

Cipolla rossa aperta a metà 518È questo un post di ringraziamento e di ammissione, il ringraziamento va a Maria che scrivendomi “i tuoi post mi divertono sempre molto perché imparo sempre nuove cose e rifletto su vecchie cose” mi ha dato un premio immenso, per me.
Per altro non si è limitata a questo e generosamente mi ha anche lasciato un regalo “in segno di gratitudine”, una poesia che visto il tema del post in cui ha scritto il suo commento non poteva che essere dedicata alla cipolla.


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Racconti e poesia | 1 Comment »

La cura

Scritto da Giuseppe Capano il 30 novembre 2013 – 16:57 -

Mani lavoro cucina 518Con il post di oggi vado molto oltre le quotidiane cose di cucina pratica e teorica che vi racconto, per una volta mi auguro non vi dispiacerà troppo.
Leggevo alcune riflessioni amare espresse dall’amica Alessandra sulla apparente normalità di sottrarre agli altri qualcosa, probabilmente qualsiasi cosa perché il punto non è cosa ma il gesto in se.


Tags:
Postato in Cibo, cultura e società, Racconti e poesia | Nessun commento »

Il segreto rivelato a ferragosto

Scritto da Giuseppe Capano il 15 agosto 2013 – 11:00 -

Micro valle“……………..Il cavaliere mi disse che c’era una casa oltre la collina, fatta di ruderi e pezze appese al vento, li su un cucuzzolo dominava la micro valle davanti a se.
Andammo tra il disperato e il rassegnato, ci accolse una madre povera di vesti, ma ricca di anima bella.


Tags:
Postato in Racconti e poesia | 5 Comments »