Raghad

Scritto da Giuseppe Capano il 22 luglio 2015 – 23:41 -

Mare tramonto 518La storia di Raghad sventurata giovane bimba malata di diabete che con la sua famiglia scappava dalla sventura di essere nata nel posto sbagliato andando incontro alla sventura ancora peggiore di essere uccisa dal delirio di non persone mi ha colpito molto e inciso un taglio indelebile nel cuore.
Non tanto perché sul diabete ho scritto un libro vissuto con grande passione malgrado per mia fortuna non viva su di me questa terribile malattia.
Soprattutto perché nella mia ingenuità di persona penso che avrebbe dovuto colpire tanti, indurli a un pensiero, al lancio ideale di un fiore, a una lacrima di minimo dolore.


Tags: , ,
Postato in Cibo, cultura e società, Racconti e poesia, Ricordi | 2 Comments »

Cucina e liberazione, tornare a gustare la libertà

Scritto da Giuseppe Capano il 25 aprile 2015 – 15:29 -

Pane e resistenza 518Quel giorno sembrò irreale, alzati come sempre all’alba oltre alle armi, le azioni, la strategia, le divergenze politiche e visionarie, la preoccupazione era il cibo.
La lotta riguardava anche quello se non soprattutto, potevamo avere la razione calorica di sopravvivenza senza particolari difficoltà, ma sapevamo benissimo che non eravamo pure macchine da rifornire di carburante.


Tags: ,
Postato in Cibo, Cibo, cultura e società, Ricordi | Nessun commento »

Profondamente poesia

Scritto da Giuseppe Capano il 5 gennaio 2015 – 16:27 -

Chitarra e poesia 518La poesia si può esprimere in molti modi, ho la presunzione di pensare che si possa esprimere anche attraverso la cucina, che gli aromi, i sapori, gli odori, i profumi, le consistenze e le alternanze tra morbido e croccante possano essere strofe di poesie.
Dipende molto da chi compone ovviamente e essere tecnicamente i migliori non conta nulla, almeno personalmente penso che la poesia e quindi la cucina siano agli antipodi della tecnica pura per quanto di tecnica vivano.


Tags: ,
Postato in Racconti e poesia, Ricordi | Nessun commento »

Sbucciare cipolle per capire il mondo

Scritto da Giuseppe Capano il 8 novembre 2014 – 23:08 -

Cipolla rossa 518Per molti motivi uno degli ortaggi che ho citato in assoluto di più qui sul blog è la cipolla, un cibo che è metafora di molto e avvolge la storia alimentare, l’arte e la poesia come non mai.
In precedenti interventi ho già eviscerato molte delle sue virtù che vanno ben al di la degli aspetti strettamente nutrizionali o alimentari, solo per dirne uno il fatto che sia l’elemento di base cardine di molte ricette comparendo in soffritti di ogni tipo senza i quali l’anima di molti piatti probabilmente sarebbe del tutto assente!!


Tags: , , ,
Postato in Cibo, Cibo, cultura e società, Mondo alimentare, Ricordi | 2 Comments »

Tutto è cucina, anche il dialogo con chi non è più con noi

Scritto da Giuseppe Capano il 4 novembre 2014 – 23:28 -

Strada toscana 518Quando ero ragazzo a scuola, precisamente in terza media, ci venne incontro un’affascinante insegnante di Italiano.
Niente a che vedere con la bellezza fisica esterna, quella c’era e ci piaceva, ma il fascino vero veniva da dentro, il calore nel raccontare la storia, le vicende dei popoli, le ingiustizie della vita, l’importanza della parola, di saper scrivere, comunicare, leggere un libro come leggere la vita, la società, le persone, il mondo.


Tags: , ,
Postato in Ricordi, Scuola | Nessun commento »

Un quadro dell’orto fatto ricetta

Scritto da Giuseppe Capano il 17 settembre 2013 – 21:30 -

Semplici verdure ripiene con farcia di patate Dovendo trovare una ricetta per ricordare e omaggiare l’uomo dell’orto di cui parlavo ieri ho infilato, come promesso, le mani nella mia terra fatta di ricette e creazioni culinarie imitando nel mio intento i gesti abituali di chi interloquisce con la vera terra.
Per mia fortuna ho potuto scegliere tra tanti frutti e tra tanti raccolti che nel mio orto di cucina crescono rigogliosi e spero vivamente di aver trovato la ricetta che nella sua essenza rappresenti bene l’omaggio sentito che voglio lasciare.


Tags: , , , , , ,
Postato in Ricette di stagione, Ricette estive, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricordi, Secondi | 2 Comments »

L’uomo dell’orto del sud che non c’è più

Scritto da Giuseppe Capano il 16 settembre 2013 – 21:06 -

Orto 581Stavo preparando un altro tipo di post nello stile consono a questo blog quando mi è arrivata una notizia che mi ha costretto a cambiare visione della giornata di oggi.
Sarà allora questo un racconto extra, per qualcuno un racconto poco in sintonia con tutto il resto ed eventualmente accoglierò le rimostranze, il punto è che ci sono valori umani che sono prioritari rispetto a qualsiasi incombenza lavorativa, professionale o di altro tipo.


Tags: ,
Postato in Cibo, Ricordi | 4 Comments »

Il ricordo è importante anche per chi cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 6 settembre 2013 – 17:08 -

Angelo vassallo mareSono in ritardo di un giorno, ma non importa, ciò che conta e mantenere vivo il ricordo di un uomo che senza nulla chiedere ha fatto molto.
Nella semplicità della convinzione che fosse giusto e normale così, al di la delle intimidazioni e di quella violenza che alla fine ha prevalso nella vana illusione di aver vinto qualcosa.


Tags:
Postato in Cibo, cultura e società, Ricordi | 2 Comments »