Clementine a tavola

Scritto da Giuseppe Capano il 26 febbraio 2017 – 10:28 -

Mandaranci 318Prima che spariscano del tutto dal mercato stagionale, per fortuna rimangono strettamente legate alla loro stagione senza pericolo di dannose produzioni di serra, volevo parlarvi di un agrume nato da un incrocio coraggioso che ha poi generato frutti molto diffusi.
Stiamo parlando delle clementine o mandaranci che appunto sono un frutto derivato dall’incrocio di due tra i più antichi agrumi e raccolgano in se le migliori virtù di arance e mandarini con un gusto e un aroma gradevole e ben riconoscibile.

Esternamente la forma ricorda il mandarino per grandezza e colore anche se la struttura è più bombata, gli spicchi interni hanno invece una colorazione più intensa rispetto al mandarino e ricordano in maniera più diretta le tonalità dell’arancia.
Assenza di semi, facilità di sbucciatura, profumo rilassante sono le caratteristiche che trasformano questo frutto in un salutare snack facilmente trasportabile e consumabile ovunque senza la necessità di dover usare alcuno strumento, un vantaggio non da poco per le moltissime persone costrette a mangiare fuori casa!
Anche perché questo frutto è ricco di acqua e può diventare una risorsa contro la sete molto più efficace rispetto alla semplice acqua.
Contiene infatti molti sali minerali come  potassio, ferro, fosforo e calcio, vitamine del gruppo A, B1, B2 e B3 molto funzionali al corretto metabolismo e assimilazione delle altre sostanze nutritive consumate.
Notiamo fra le altre cose come la ricchezza in vitamina C fa in modo che anche solo dopo 2-3 piccoli frutti consumati si raggiunge il fabbisogno giornaliero di questo potente antiossidante che non deve mai mancare nell’alimentazione quotidiana.
In cucina questo frutto è molto poliedrico un po’ come tutti gli agrumi e solo una falsa convinzione lo fa relegare all’ambito dei dolci e della pasticceria.
Sono molti i piatti salati in cui può dare un ottimo contributo organolettico, classica la sua presenza nelle insalate dove porta freschezza e vitalità.
Una traccia?
Eccola: un insalata dove insieme alle clementine in spicchi può comparire un 1/2 avocado tagliato a cubetti condito con semplice succo di limone, 1/2 cespo di radicchio rosso affettato, una decina di mandorle sgusciate e dell’olio profumato con una macinata di pepe rosa.
La trasformiamo in ricetta completa?
Si domani vedo di scriverla integralmente e preparare la foto di rito!!!

Mandaranci 518


Tags: , ,
Postato in Alimenti, Cibo, Frutta, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento