Comfort food, stress e salute

Scritto da Giuseppe Capano il 20 settembre 2015 – 11:42 -

Arance polpa interna 318È un abitudine molto frequente quella di consumare un piccolo dolcetto per consolarsi dalle avversità della vita, reali o fittizie che siano, un comportamento istintivo e spesso irresistibile.
Quanto questo comportamento è sano e opportuno è una domanda aperta da molto tempo e varie ricerche hanno cercato di capire meglio la dinamica complessiva valutando i pro e i contro.

Un recente studio del Dipartimento di psicologia dell’Università della California e di Los Angeles pubblicato su Appetite non getta una luce cattiva su questa abitudine, precisando però meglio i confini entro cui è meglio muoversi per non ottenere effetti opposti a quelli desiderati.
Spesso si tratta di gestire periodi di stress o forte tensione e i vari “comfort food” sono una sorta di pillola che attenua l’impatto psicologica di queste situazioni.
Se ne parla oggi ampiamente sul Corriere della Sera nel supplemento dedicato alla salute dove nella pagina alimentazione scoprirete come assolvervi o preoccuparvi rispetto al vostro consumare cibi consolatori vari!!!
Per accompagnare lo studio mi è stata chiesta una ricetta dolce consolatoria ma non troppo calorica, un impresa all’apparenza semplice, ma che mi è costata una certa fatica.
Alla fine la soluzione è risultata molto valida malgrado alcuni accorgimenti dovuti, potrete scoprirla oggi sempre sul Corriere, mentre domani la ritroverete qui sul blog!

Scorzette semi candite particolare 518


Tags: , , ,
Postato in Cibo, Corriere della Sera, Cucina e salute | Nessun commento »

Aggiungi un commento