Consumare il più alto numero di porzioni di prodotti vegetali

Scritto da Giuseppe Capano il 22 giugno 2012 – 22:07 -

C’è un importante risvolto della medaglia rispetto alla classifica di cui parlavo ieri e che nel precedente post non sono riuscito ad evidenziare per stanchezza sopravvenuta.
Un aspetto che i più attenti hanno sicuramente ben presente e infatti qualcuno mi ha scritto mettendolo subito in risalto perché indubbiamente è un tasto che non si può trascurare.

Non a caso Isa mi scriveva oggi “……E’ bene non dimenticare che gli studi che hanno dimostrato che frutta e verdura sono protettivi nei confronti delle malattie in generale, sono stati fatti su frutta e verdura non biologica, che compriamo tutti normalmente ai mercati/supermercati. Questo perché a qualcuno non venga in mente di non mangiarli perché troppo trattata“.
Una preoccupazione che condivido e che per esperienza diretta so molto reale e applicata, così in molte occasioni mi sono sentito rispondere che consumare frutta e verdura è inutile perché sono pieni di pesticidi, come se invece la carne che mangiamo fosse linda e pulita.
Diciamo quindi con molta chiarezza: è necessario in assoluto consumare il più alto numero di porzioni di prodotti vegetali (cereali, legumi, verdura, frutta, ecc) per raggiungere l’importante obbiettivo di prevenire con saggezza e lungimiranza il più alto numero di patologie a cui il nostro corpo rischia di andare incontro lungo il corso degli anni.
Se possibile ricorrendo a alimenti che non subiscono trattamenti velenosi spinti per la loro produzione, ma altrimenti anche a questi alimenti, avendo l’accortezza di trattarli con molta più attenzione nella fasi di pulizia e utilizzo finale.
Perché?
Per il semplice motivo che i vantaggi che gli alimenti vegetali hanno sono comunque superiori agli svantaggi dati dalle sostanze esterne eventualmente presenti.
Importante, e questo era il messaggio reale che volevo trasmettere ieri, è che ci sia grande consapevolezza e cognizione di causa su quello che consumiamo sapendo bene di quale qualità è fatto e come regolarsi se tale qualità non è proprio il meglio che si possa avere.
Poi rimane in sottofondo che in un mondo ideale questi problemi non ce li dovremmo porre neanche lontanamente perché a disposizione dovremmo avere sempre il prodotto con più equilibrio globale.
Ma ben sapete che questo mondo è ancora al di la da venire.
Per cui nel frattempo facciamo semplicemente più attenzione e documentiamoci a dovere.

Macedonia di verdure


Tags:
Postato in Cibo, cultura e società, Mondo alimentare | 1 commento »
  1. 1 Trackback(s)

  2. giu 23, 2012: Consumare il più alto numero di porzioni di prodotti vegetali | CookingPlanet

Aggiungi un commento