Dolci tradizionali e opportunità di miglioramento

Scritto da Giuseppe Capano il 12 febbraio 2015 – 23:24 -

Grostoli trentini 318Ero rimasto con la promessa di pubblicare almeno una delle ricette presentate al corso sulla frittura, ho avuto poco tempo in realtà per fotografare perché il corso è stato molto impegnativo e coinvolgente.
Per fortuna avevo fatto una serie di prove preliminari e su una ricetta in particolare scattato diverse foto, si tratta di uno dei dolci più classici per carnevale declinato nella versione diffusa in Trentino e chiamata Grostoli.

Per intenderci similare alle più diffuse chiacchiere con alcune differenze date dagli usi e abitudini locali, ovviamente in questo caso fritte visto il tema della lezione!!!
Un terreno minato quello di toccare i classici della tradizione perché praticamente ogni singola persona di un territorio ha la sua versione vera e storica della ricetta specifica, magari tramandata da generazioni, intoccabile, sacra, testimone di secoli passati, l’unica possibile, l’unica buona, l’unica unica e così via.
Alla fine mi sono assunto il rischio e trasmesso la mia versione, inutile dire che ci sono state osservazioni in merito, ma diciamo che mi è andata ancora bene, tutto sommato sono sembrati accettabili questi Grostoli in versione “Capano”.
Molto biscottati rispetto alla friabilità di tante altre ricette di tradizione come è stato acutamente osservato e piaciuti da una buona parte dei presenti proprio per questo.
Del resto non ambivo certo a creare nulla di particolare, la tradizione ha un suo perché ben preciso, questa è una mia interpretazione, certamente ci sono interpretazioni e versioni migliori e la cucina è bella quando c’è confronto costruttivo, non competizione distruttiva.
Cioè così dovrebbe essere a mio modesto avviso, ma guardando l’enfasi dello spettacolo televisivo sul food in generale credo di essere abbastanza in minoranza e isolato!!!
Pazienza, provate se avete voglia questi dolcetti e se non vi piacciano ditemi pure.
Senza ironia ascolterò e prenderò nota, in cucina come nella vita ognuno può insegnare all’altro sempre qualcosa di nuovo, spetta a chi riceve saperlo cogliere come un dono e un opportunità di miglioramento invece che come un offesa o un affronto!

Grostoli trentini

Grostoli trentini 518

Ingredienti per 6-8 persone:

  • 200 g di farina bianca,
  • 1 uovo,
  • 2 cucchiai di olio,
  • 50 g di zucchero,
  • 1 bicchierino circa di vin santo,
  • 2-3 cucchiai di grappa,
  • olio extravergine d’oliva per friggere,
  • zucchero a velo finale

Preparazione

  1. Sbattere bene l’uovo con lo zucchero e eventualmente la buccia d’arancia o la cannella, mettere la farina a fontana e nel mezzo mettere l’uovo sbattuto, i 2 cucchiai di olio, il vino dolce e la grappa.
  2. Impastare fino a ottenere una pasta liscia e uniforme, avvolgerla in un panno e lasciarla riposare per 30-40 minuti.
  3. Stenderla sottilmente e ricavare dei rombi o rettangoli, friggerli in abbondante olio caldo fino a dorarli, scolarli su carta assorbente e cospargerli con zucchero a velo.

Tags: ,
Postato in Dolci e Dessert | Nessun commento »

Aggiungi un commento