Donne, cucina e mediterraneo

Scritto da Giuseppe Capano il 14 aprile 2015 – 23:08 -

Mela salute donna 518Parlavo l’altro giorno delle donne e del loro rispetto mancato nel giorno in cui si ricordava e celebrava (nel quasi assoluto silenzio) la giornata internazionale per la salute materna.
Tra le tante cose che scrivo e leggo mi è venuta in mente una vecchia ricerca e un articolo scritto tempo fa che proprio dell’alimentazione delle donne parlava mettendola in relazione con i benefici della dieta mediterranea.

Per le donne che saggiamente seguono dettami e regole della dieta e alimentazione in stile mediterraneo (e possono farlo, perché poi non è così scontato al di fuori del contesto ricco occidentale) e sono nella fascia della mezza età hanno la concreta possibilità di allungare gli anni della propria vita godendo al contempo di un buono stato di salute psichico e mentale.
Lo rivela uno studio portato avanti alla Harvard Medical School e Brigham and Women’s Hospital di Boston che per  una bella coincidenza del destino ha avuto come protagonista una dottoressa Italiana, Cecilia Samieri.
Pubblicato ufficialmente su Annals of Internal Medicine la ricerca rivela come le donne con abitudini alimentari più sane durante la mezza età hanno il 40% in più di probabilità di vivere fino a 70 anni e oltre.
Tutto questo consumando legumi, cereali, frutta, verdura, erbe aromatiche e di campo accompagnate da quel tesoro di prevenzione salutistica che è l’eccellente olio da olive.
Per arrivare a queste conclusione la ricerca ha esaminato le cartelle cliniche, le abitudini alimentari e la dieta di oltre 10mila donne riunite all’interno del “Nurses’ Health Study”, con un’età compresa tra i 50 e i 60 anni, buono stato fisico e mentale, assenza di malattie croniche.
Durante il lungo periodo di osservazione, 15 anni, le donne coinvolte hanno fornito costantemente informazioni aggiornate sulla dieta seguita, le condizioni di salute, gli episodi anomali in qualche modo interessanti al fine della valutazione complessiva tracciando così un grafico temporale sulle loro condizioni di benessere o meno negli anni.
Il dato principale emerso è stato proprio quello dell’importanza di uno stile alimentare mediterraneo dove prevalgono i componenti vegetali ricchi di fibre associati a circoscritte dosi di pesce, sporadiche assunzioni di carni, in particolare rosse e ancora più in particolare conservate, ruolo prevalente come condimento dell’olio da olive, limitata assunzione di alcol e tendenzialmente solo come vino rosso.
Questo stile sano ha portato ad allungare la vita alle donne che lo hanno seguito e aspetto ancora più interessante le ha lasciate attive, con un buono stato complessivo di benessere sia fisico che mentale e una bassa incidenza di sviluppare gravi malattie croniche.
Parliamo di donne come è giusto che sia, ma è abbastanza inutile far notare come questa regola vale per tutti e per qualsiasi età.
Quindi attenzione a cosa si consuma e soprattutto basta andare alla ricerca di diete miracolose, seguiamo piuttosto la saggezza millenaria dei popoli affacciati sul mediterraneo!!!

Cena cuamm donne 518


Tags: , , ,
Postato in Cibo, cultura e società, Cucina e salute, Cucina mediterranea | Nessun commento »

Aggiungi un commento