Fagioli freschi il bello della stagionalità

Scritto da Giuseppe Capano il 1 settembre 2012 – 14:50 -

Quest’estate girando tra i bellissimi, coloratissimi e affollati mercati in Calabria mi sono riempito gli occhi di colori, atmosfere, dialoghi vivaci in dialetto, usi e costumi che per fortuna ancora resistono.
Come contrattare il prezzo di un ortaggio dal contadino che con il suo carrettino a tre ruote ha portato fresco di raccolto o lo straordinario servizio di raccontare ricette su come cucinare un determinata verdura spillando saggiamente segreti e consigli che raccontati a voce hanno una magia tutta loro.

Fantastico veramente, anche quando si sentono castronerie colossali che uno dentro al mestiere riconosce al volo, ma il punto è la dialettica e la vivacità umana che pur sbagliando nella sostanza non è mai racconto di verità assolute, lascia sempre aperte la porta la confronto, al riconoscimento dell’errore, alla saggezza di fare tesoro della competenza altrui.
Questo del mercato è un tema che riprenderò anche successivamente, mi sono annotato perle di saggezza alimentare che è bene poi raccontare con calma.
Così ho visto tante cose e essendo in un paese del sud bello caldo alcuni prodotti erano già disponibili e ben stesi sui banchi del mercato.
Tra i tanti c’erano i fagioli freschi di vario tipo, prevalevano però i borlotti o simili, tutti nel loro baccello ancora da aprire e gustare con un aroma diverso dal fratello secco molto più comune e usuale.
L’invito del post odierno è proprio quello di sollecitare a gustare la versione fresca del legume, un’opportunità che si presenta solo in questi mesi, in particolare a settembre dove la diffusione dei baccelli è ormai ben distribuita su tutto il territorio nazionale.
Le motivazioni della segnalazione sono diverse, si parte dall’invito a scoprire un sapore diverso di questi chicchi fino al ribadire ancora una volta le loro potenti funzioni preventive e salutistiche, non a caso sul sito di Cucina Naturale se ne parla proprio in questo periodo con un riquadro apposito.
Ma oltre a questo vi segnalo che nel nuovo numero della rivista, quello di settembre, in uscita a giorni troverete un mio articolo interamente dedicato ai fagioli freschi con tante interessanti ricette.
Dell’anteprima della rivista vi parlerò a breve, domani invece metterò una ricetta a base di fagioli già uscita in passato, giusto per darvi un assaggio di quello che potreste trovare sul nuovo numero.


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Mondo alimentare | 2 Commenti »


2 Commenti per “Fagioli freschi il bello della stagionalità”

  1. Nadir Scrive il set 1, 2012 | Replica

    Proprio stamane ne ho comprato una cassa (6 kg da capare! sigh!) oltre ed usarli adesso li porziono e li congelo così per un pò avrò una scorta di fagioli freschi … unico rammarico quì non trovo i cannellini freschi ma solo i borlotti, e non so cosa darei per mangiare un bel piatto di “spullucariell” :)

  2. Giuseppe Capano Scrive il set 1, 2012 | Replica

    Ciao Nadir,
    bellissimo questo termine per chiamare i cannellini, me ne devo ricordare.
    Purtroppo li trovo molto raramente anche io ed è un vero peccato, chi non li ha mai provati non ha idea della differenza che c’è tra il fresco e il secco.
    Brava nel fare scorta, molto lungimirante.
    Giuseppe

Aggiungi un commento