Fagioli tesoro di natura

Scritto da Giuseppe Capano il 6 novembre 2016 – 16:23 -

foto-fagioli-singoli-muse-318Finita con soddisfazione l’evento all’interno della manifestazione Slow Beans negli Orti del MUSE, mostra mercato, degustazioni, pillole scientifiche e curiosità sui legumi mi appresto a prepararvi il materiale per presentare la ricetta della zuppa che ho fatto degustare.
Estremamente apprezzata devo dire tanto che in moltissimi hanno fatto non solo il bis di assaggio, ma in qualche caso hanno ripreso per la terza volta la zuppa con un bel sorriso sulle labbra!!!

Ora il tempo di organizzare e sistemare le foto del piatto, scriverne i testi e altri suggerimenti di contorno per accompagnare il tutto e spiegare meglio l’insieme delle combinazioni.
Finita la mia parte ho per fortuna avuto il tempo di visitare la mostra mercato dove un folto gruppo di espositori di legumi sfoggiava specialità uniche e molto affascinanti per un cultore della buona tavola.
Ad un banco però mi sono fermato per un tempo lunghissimo dinanzi al lavoro ammirevole di una persona che ha preso a cuore la coltivazione di decine e decine di qualità di fagioli diversi andando alla ricerca di tante nicchie isolate.
A iniziare dalle pregevoli produzioni di montagna del territorio Trentino e dell’Alto Adige che ben si adattano anche all’angolo di montagna trentina in cui si è radicato posto a oltre 1000 metri sul livello del mare.
L’altezza mi ha stupito inizialmente e infatti ho chiesto subito se tutte le qualità innumerevoli di fagioli che coltiva crescono bene, la sua risposta serena e convinta è stata positiva con una tranquilla disponibilità a spiegare aspetti e risvolti di questa autentica passione viscerale.
Ci sono varietà di fagioli di una bellezza pazzesca che quasi sembra un sacrilegio cuocerli e trasformarli, me li sono fotografati uno a uno malgrado la luce non aiutasse molto.
La natura riesce a darci lezioni magistrali molto spesso, sono ammagliato da come partendo da un singolo prodotto si possa arrivare a diversificare in maniera così intrigante tanto da generare varietà con semi simili a pietre preziose.
Dalle foto dovreste rendervene conto in parte anche voi, io me li sono segnati bene e appena possibile andrò a trovare questo gentiluomo dei fagioli per vedere dal vivo il suo tesoro di natura e scoprire tantissime altre cose ancora!!!

varieta-fagioli-muse-518


Tags: , , ,
Postato in Alimenti, Appunti di viaggio, Cibo, Corsi di cucina e incontri, Eventi, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento