I nuovi LARN, l’importanza dei legumi e del condimento di base

Scritto da Giuseppe Capano il 4 novembre 2012 – 13:07 -

Crema di fagioli con farro al timo 318Oggi un altro appuntamento con una mia ricetta presente nell’inserto Salute del Corriere della Sera, come sempre nella pagina dedicata all’alimentazione.
Protagonisti sono i legumi, ancora una volta bisogna dire, ma questo non è una pecca, anzi, la loro importanza è così vasta tanto quanto lo è il loro scarso consumo da parte della popolazione.

Come dicevamo in un’altra occasione i legumi sono tra le principali vittime degli errati pregiudizi alimentare che ruotano intorno al cibo, pregiudizi che creano danni considerevoli in diversi casi e sono i precursori di comportamenti talmente sbagliati da portare a conseguenze per nulla piacevoli.
La ricetta che vi propongo è un bell’esempio di accoppiata di cereali con legumi, un unione nutrizionalmente eccellente da tanti punti di vista.
In questo caso anche molto buona, ve lo posso assicurare, provatela e mi saprete dire.
Come variante vi posso suggerire di aggiungere anche dello zenzero fresco nella crema di legumi, direi inizialmente dopo il soffritto iniziale, come anche di cambiare a vostro piacimento l’erba aromatica del farro, potete variare con rosmarino e salvia di stagione, altrimenti in primavera osare con la buona erba cipollina e la forte menta fresca.
Naturalmente i cambiamenti possono riguardare anche il legume di base, ottimi i ceci, le lenticchie, le fave secche, come anche il cereale sostituibile con orzo, grano saraceno, miglio.
Insomma come nello spirito di questo blog provate, provate e provate.
Piatti di questo tipo hanno poi altri grandi vantaggi, a cominciare dalle gestione complessiva, ad esempio non temono di cuocere troppo, si possono preparare con grande anticipo come anche trasportare e poi riscaldare sul posto con grande facilità, si conservano per più giorni e per settimane se congelati (un evenienza che consiglio solo se i vostri impegni vi impediscono di fare altrimenti).
Un ultimo richiamo prima di concludere: piatti di questo tipo e molti altri vivono la loro gloria solo grazie alla bontà del condimento di base, come non mai l’eccellente olio di olive dimostra la sua enorme importanza.
Preparate la ricetta con un anonimo olio di semi e confrontatela con l’originale, poi capirete molte cose.

 

Crema di fagioli con farro al timo

Crema di fagioli con farro al timo 518

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cipolla,
  • 2 coste singole di sedano senza foglie,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 200 g di fagioli cannellini ammollati per una notte,
  • 4 foglie di alloro,
  • 240 g di farro perlato,
  • 1 mazzetto di timo fresco,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

 

Preparazione

  1. Pulire cipolle, sedano e aglio, tritarli e rosolarli per 7-8 minuti insieme a 2-3 cucchiai di olio d’oliva, aggiungere i fagioli scolati e sciacquati, le foglie di alloro e 1,5 l di acqua, portare gradualmente a ebollizione, salare molto leggermente e cuocere per 60 minuti circa.
  2. Nel frattempo mettere in una pentola il farro sciacquato, aggiungere 750 ml di acqua e dal momento dell’ebollizione lessarlo per 30 minuti a fuoco medio basso e pentola semi coperta lasciando asciugare quasi del tutto il fondo di cottura.
  3. Sfogliare e mettere il timo in un pentolino insieme a 1-2 cucchiai di olio e rosolarlo per pochi secondi, versare l’olio aromatico nel farro e mescolare aggiungendo poco sale.
  4. Togliere le foglie di alloro dalla zuppa e frullarla finemente con un frullatore a immersione, unire il farro, regolare di sale e se troppo densa allungare con un altro poco di acqua, cuocere per altri 5 minuti e servire eventualmente con un altro poco di olio a crudo.

Tags: , , ,
Postato in Corriere della Sera, Minestre e Zuppe, Olio-Cibo, Ricette invernali, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | 2 Commenti »


2 Commenti per “I nuovi LARN, l’importanza dei legumi e del condimento di base”

  1. alessandra Scrive il nov 5, 2012 | Replica

    bellissima ricetta! io amo moltissimo sia i legumi che i cereali e di certo seguirò il tuo consiglio…proverò proverò proverò! complimenti come sempre alessandra

  2. Giuseppe Capano Scrive il nov 5, 2012 | Replica

    Ciao Alessandra,
    è un vero piacere sentirti.
    Non ho dubbi dell’amore che hai per i legumi e provare non può fare che bene al corpo e allo spirito.
    Spero che raccolta e lavorazione dell’olio stiano procedendo al meglio, poi ti scrivo in privato, probabilmente mia suocera voleva ordinarne un po’.
    Un abbraccio.
    Giuseppe

Aggiungi un commento