Il bene dell’olio, di chi lo consuma e lo produce

Scritto da Giuseppe Capano il 25 settembre 2013 – 10:36 -

Massarosa 1 - 318Nelle prossime settimane e mesi sarò impegnato in più eventi un po’ qua e un po’ la per l’Italia, comincio a segnalarvi il più vicino che ha come tema centrale il mio amato olio.
Una bella proposta liberamente pensata e ideata con l’entusiasmo di chi è innamorato del più pregiato dei grassi alimentari e che vuole riportare al giusto livello di dignità un prodotto eccellente che viene però spesso, troppo spesso, deriso, umiliato e trattato come prodotto di servizio e specchio per distratti consumatori.

Olio Officina Anteprima che si tiene a Massarosa, nel teatro operativo di Villa La Brilla, si concentra sulla “Zona Franca dell’Olio” una definizione per indicare le migliori iniziative tese a fare il bene dell’olio e di chi lo produce con serietà, amore e grande fatica personale.
I riflettori della giornata saranno tutti puntati sulla materia prima olio da olive in tutte le sue poliedriche espressioni perché la straordinarietà di questo olio sono proprio i molteplici aspetti sensoriali che sa coinvolgere.
Le occasioni di confronto affronteranno temi portanti come l’analisi sensoriale degli oli, l’uso dell’olio in cucina, la capacità di comunicarlo correttamente ai consumatori e molto altro senza però dimenticare il lato di piacere e di educazione.
Lato che nello specifico è rivolto ai bambini, i futuri protagonisti della società, affinché apprendano l’arte dell’assaggio e con l’olio possano trovare occasioni per imparare giocando.
Ma il perno centrale, almeno dal mio punto di vista, sarà il confronto serrato tra chef, cuochi, semplici appassionati di cucina buona, gli assaggiatori d’olio e i produttori.
Tutto in favore della ricerca di nuovi approcci su un prodotto antico che ha sempre bisogno di rinnovarsi, andando incontro alle tendenze di gusto del consumatore, senza per questo mai tradire la propria l’identità originaria, un’identità certa, riconducile in toto ai campi di olivi da cui proviene.
L’obiettivo di fondo rimane quello di qualificare sempre più l’uso intelligente dell’olio d’oliva attraverso un’opera di educazione al consumo consapevole, a partire dall’applicazione di uno specifico “codice degli abbinamenti” e attraverso consigli utili per chi ne ignora le potenzialità espressive e i modi di operare in cucina, utilizzandolo sia a crudo, sia in cottura.
In questo quadro si inseriscono i miei due interventi, il primo alle 15.00 affronterà il tema “L’olio nelle cucine dei ristoranti. Confessioni, ammissioni di colpa e buoni propositi” con un confronto a più voci di professionisti del settore operanti in prima linea nelle cucine.
Il secondo alle 16.20 tratterà il cuore del problema in pratica concentrandosi su l’impiego dell’olio in cucina e le relative istruzioni per l’uso prendendo spunto dalla presentazione dei volumi “Friggere bene” e “Olio: crudo e cotto” scritti insieme all’amico e ideatore del progetto Luigi Caricato e editi da Tecniche Nuove.
L’appuntamento è quindi per Olio Officina Anteprima – La Zona Franca dell’Olio presso La Brilla a Massarosa il 29 settembre 2014 dalle 10,00 alle 19,30 con ingresso libero.
Ulteriori informazioni e il programma completo con tutti gli interventi previsti li trovate qui.

Invito-OO-anteprima-Massarosa


Tags: ,
Postato in Olio-Cibo, Tecniche Nuove | 1 commento »
  1. 1 Trackback(s)

  2. set 27, 2013: Il bene dell’olio, di chi lo consuma e lo produce | CookingPlanet

Aggiungi un commento