Il mio nuovo libro

Scritto da Giuseppe Capano il 18 settembre 2013 – 23:38 -

Indice---La-pasta-fatta-in-casa 518Non vorrei essere frainteso perché i sacrifici e i dolori di una madre sono immensi nel dare alla luce una nuova vita e un uomo può solo lontanamente immaginarli.
Ma per chi scrive (qualsiasi cosa metta nelle righe) un libro è come una sorta di figlio, c’è una lunga fase di concepimento, una cura e un’attenzione forte alla crescita interna, la trepidazione per la conclusione e la nascita, l’entusiasmo e la gioia di avere finalmente tra le proprie mani il nuovo nato.

Così è con grande orgoglio e soddisfazione che vi parlo del mio nuovo figlio letterario venuto al mondo in questo mese di settembre (siamo ormai al ventesimo “figlio”), dopo prove, scritture e riscritture, nottate passate davanti a un computer, confronti, ricerche e attenzione alla cura dei dettagli e del linguaggio usato.
Il tema non era semplice da affrontare per molti motivi: intanto si tratta della preparazione più gloriosa della cucina Italiana, quella che non manca mai in tavola, di cui tutti ritengono di sapere tanto perché frutto del vissuto proprio, della tradizione, dei doni fatti da mamme, nonne, bisnonne, zie e così all’infinito.
Insomma un terreno minato dove si potrebbe dire tutto e il contrario di tutto, ma dove proprio per questo una guida attenta e meticolosa può essere estremamente utile.
C’è poi da dire che il tema è stato affrontato da una miriade di altri libri e altri autori per cui trovare una chiave di lettura diversa senza cadere nei classici schemi non era per nulla facile.
Quanto ci sia riuscito lo sapranno dire i lettori e certo non nego che un parere di chi frequenta il blog, se avrà il piacere di consultare il testo, mi farà estremamente contento, sia che riporti pareri positivi che negativi.
Descrivendolo in breve posso raccontarvi che il libro segue un percorso che cerca di esaltare appieno il concetto di primo piatto di pasta fresca comprendendo in questo non solo la classica pasta all’uovo con i tradizionali formati lunghi, corti e ripieni, ma allargando il concetto anche agli impasti senza uova, al repertorio dei primi realizzabili con l’impasto per crespelle e al vasto mondo degli impasti per gnocchi, iniziando dai consueti con patate per arrivare a tutti gli altri.
In linea con lo spirito e la filosofia della mia cucina la scelta degli abbinamenti da associare con la pasta ha visto prevalere in assoluto tutto il mondo vegetale nella sua vasta estensione con rara presenza di pesce e esclusione totale della carne.
Anche perché se si vogliono trovare ricetta di pasta fresca a base di carne fresca o conservata non ci sono molti problemi di scelta, mentre per quanto riguarda salse e farciture vegetali il rischio è quello di ripetere sempre le solite combinazioni.
E questo libro può aiutare ad andare oltre la consuetudine offrendo nuove idee e proposte alternative.
Ora il mio impegno è a parlarvene ancora parecchio perché credo che l’argomento sia di alto interesse.
L’idea iniziale è quella di parlarvene attraverso alcune selezionate ricette prendendo come riferimento le varie categorie presenti nel libro come dall’immagine del sommario che vi metto di seguito potete intravedere.
Ma poi penso di andare oltre e magari cercare un confronto sui temi più serrato e allargato, staremo a vedere quanto tempo il resto degli impegni mi concederanno!
Nel frattempo se vi interessa il libro lo potete già trovare in vendita comodamente qui.

Pasta frsca 518


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Libri | 3 Commenti »


3 Commenti per “Il mio nuovo libro”

  1. valentina Scrive il set 19, 2013 | Replica

    Lo prendo, lo prendo eccome!La presentazione già mi piace.Nel frattempo come ti dicevo settimana scorsa, se ti va di passare virtualmente nel mio blog, ho pubblicato la “recensione” del tuo libro : La cucina a crudo con relativa ricetta.Spero ti faccia piacere.Sei sempre una fonte inesauribile di idee per me.
    Buona giornata

  2. Giuseppe Capano Scrive il set 19, 2013 | Replica

    Ciao Valentina,
    un doppio grazie!
    Intanto per l’apprezzamento del nuovo libro e poi per la pubblicazione della recensione sul libro a crudo.
    A dire il vero un terzo grazie, per la rivisitazione della ricetta dei pomodori.
    Mi è molto piaciuta l’interpretazione!
    Andrò poi a rivederla ancora con più calma.
    A presto
    Giuseppe

  3. valentina Scrive il set 19, 2013 | Replica

    ma grazie a te, per tutte le belle ricette che ci regali!
    buona serata

Aggiungi un commento