Il nostro secondo cervello legato strettamente all’alimentazione

Scritto da Giuseppe Capano il 29 settembre 2016 – 07:41 -

cover-la-saggezza-del-secondo-cervello-318Ho letto con molto piacere questo libro nella sua seconda edizione aggiornata e amplificata con nuovi studi e considerazioni generali oltre all’aggiunta di nuove sezioni interessanti.
L’ampliamento ha riguardato i campi della fisiologia, delle patologie e dei relativi trattamenti su base naturale in un contesto in cui le più recenti ricerche hanno dimostrato e ribadito il collegamento funzionale tra l’intestino, il secondo cervello e il microbiota.

Un collegamento che può spiegare spesso le problematiche che ruotano intorno a patologie comunemente legate all’alimentazione (artrite, reumatismi, tumori, malattie infiammatorie, problemi ginecologici e dermatologici e così via), ma anche a disordini psichiatrici come la schizofrenia.
La presenza di una sorta di secondo cervello residente nell’intestino non è più un ipotesi o azzardata teoria, molti sono gli studi che hanno messo in evidenza una sorta di compresenza tra l’attività cerebrale e quella metabolico intestinale.
Entrambe si influenzano a vicenda e determinano lo stato di salute complessivo dell’organismo la cui qualità e tutela dipende da questo rapporto stretto anche quando si affrontano problematiche che in apparenza riguardano solo la mente come il libro dimostra ampiamente.
Nei vari capitoli si esamina la fisionomia e le caratteristiche del secondo cervello, le sue influenze chiare e precise sul primo, l’articolato processo digestivo con tutte le sue molteplici relazioni e le difese dell’organismo che questo processo può instaurare o meno a seconda di quanto viene assecondato con una buona alimentazione.
Che non è l’unico elemento a cui prestare attenzione perché molta parte dello stress che viviamo dipende da fattori esterni e per questo motivo sono necessarie tecniche parallele di rilassamento, meditazione e calma interiore di cui si occupa ampiamente il libro.
Senza dimenticare l’aiuto grande che medicine complementari e importanti come la fitoterapia possono portare per un benessere complessivo dell’organismo.
Di questo e molto altro si parla in questo volume che mi sento di consigliare a tutti quelli che vogliono approfondire le tematiche del benessere andando al di la della semplice equazione cibo buono salute buona.
Di seguito i lascio la presentazione ufficiale, se avete piacere ad acquistare il libro lo trovate comodamente a questo indirizzo.
È ormai assodato che le relazioni tra la porzione del sistema nervoso che abbiamo dentro la scatola cranica e la porzione che abbiamo dentro la parete intestinale sono rilevanti e a doppio senso di marcia. Il primo cervello, quello cranico, influenza il secondo, quello viscerale, ma anche il secondo influenza il primo, nel senso che quello che accade nella testa (stress, emozioni ) influenza la salute della pancia e viceversa: la salute della pancia può influenzare il benessere mentale (depressione, ansia e altri disturbi psichici) e quello immunitario. La nuova edizione, che esce a 8 anni dalla prima, si presenta ampliata e aggiornata in tutti i capitoli accuratamente rivisti alla luce delle più recenti conoscenze. In particolare si è dato spazio alle ricerche che collegano l’intestino a disordini psichiatrici gravi e a malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali, ma anche a problemi ginecologici e dermatologici. Completano il volume i consigli per un’alimentazione equilibrata e per un uso corretto della fitoterapia e degli esercizi di rilassamento.

cover-la-saggezza-del-secondo-cervello-518


Tags: , ,
Postato in Cibo, cultura e società, Libri, Mondo alimentare, Prevenzione, Tecniche Nuove | Nessun commento »

Aggiungi un commento