Il piacere di sentire le proprie ricette ripetute e apprezzate

Scritto da Giuseppe Capano il 13 giugno 2013 – 23:16 -

Mani al lavoro chef Le ultime controprove sono state quelle di Ljuba con la Crema di carote al timo e di Giovi con le recentissime Linguine con salsa di cipolle in infuso di timo.
Coincidenza ha voluto che entrambe le ricette siano accomunate dalla forte e peculiare presenza del profumatissimo timo e che vedano come altro protagonista principale uno specifico ortaggio, per la precisazione la carota nel primo caso e la cipolla nel secondo.

Di quali controprove sto parlando?
Della ripetizione di mie ricette da parte di chi mi segue e mi legge sul blog, sulla rivista o tramite i miei tanti libri magari personalizzando dove ritiene farlo o cambiando secondo l’avere o il non avere un ingrediente in quel momento.
Ne parlo perché volevo testimoniare la mia piena contentezza quando sento che altri ripetono e gradiscono le mie creazioni e naturalmente la contentezza sale ancora di più quando lo segnalano e raccontano.
Un po’ di ego c’è in tutti noi!!!
Mi pare normale, l’unica irritazione è quando qualcuno si spaccia per autore di ricette non sue e ne paventa la genesi, ma questo capita in molti campi.
Piuttosto mi riesce difficile capire che fastidio possa dare sentire che qualcuno scrive e parla delle tue ricette rifacendole e anche pubblicandole, per altro citandoti e ringraziandoti come hanno fatto Ljuba e Giovi.
Eppure c’è chi si sente defraudato e magari immagina chissà quali punizioni da infliggere appellandosi a un esasperato senso di diritto d’autore.
Che per carità va tutelato, ma nei modi e nei contesti sensati, altrimenti dovremmo impedire a chiunque di fischiettare una canzone solo perché non l’ha composta personalmente!!!
Chissà, io intanto ci tenevo a dire la mia e esprimere i miei sentimenti in proposito.
E tutte le volte che vorrete raccontarmi come, dove e quanto avete ripetute miei creazioni sappiate che vi accoglierò sempre a braccia e cuore aperto.

Crema di carote e linguine alle cipolle


Tags:
Postato in Mondo alimentare | 6 Commenti »


6 Commenti per “Il piacere di sentire le proprie ricette ripetute e apprezzate”

  1. Tiziana Scrive il giu 14, 2013 | Replica

    Ciao Giuseppe, insomma pubblicare nel web e pretendere che le persone leggano senza ripetere ciò che viene loro proposto, mi sembra pura follia. Hai detto bene, è come far pagare i diritti d’autore a chi fischietta una canzone: piuttosto sarebbe soprattutto un modo per ammazzare la divulgazione. Lo Chef rimani tu, e io ti ringrazio per insegnarci ricette e continuare a dare consigli. Buona giornata. Tiziana

  2. Giuseppe Capano Scrive il giu 14, 2013 | Replica

    Ciao Tiziana,
    grazie e ovviamente hai ragione.
    Ma spesso ci si attacca all’effimero, in particolare quando non si hanno altre emozioni vere da vivere e così si affonda nell’ossessione del possesso fine a se stesso.
    Non capendo che è la condivisione la chiave per aprire mille porte!!
    A presto
    Giuseppe

  3. Lu Scrive il giu 14, 2013 | Replica

    Chef Giuseppe, mi piace quello che hai scritto. Ti voglio dire che le tue ricette continuano a ispirarmi e incuriosirmi. Voglio e desidero fare tante di quelle, che hai gia proposto e quelle che proporrai nel futuro.
    Ti ringrazio di cuore per tutto quello che fai per noi che veniamo qui a leggerti o seguirti.
    Tanti cari saluti,
    Ljuba

  4. Giuseppe Capano Scrive il giu 14, 2013 | Replica

    Cara Ljuba,
    sono io a ringraziarti per la grande passione che hai nel seguirmi.
    Aspetterò sempre con molto piacere i tuoi racconti di ricette ripetute, cambiate, elaborate, migliorate e tutto quello che vorrai fare.
    Servono anche a me per capire molte cose e cercare di migliorare sempre.
    A presto
    Giuseppe

  5. Michele Tuveri Scrive il giu 18, 2013 | Replica

    ciao Giuseppe, ti racconto allora di due varianti delle barchette di patate (http://giuseppe-capano.cucina-naturale.it/barchette-di-patate-dorate). Mi dovevo arrangiare con quello che c’era in casa, per cui alcune barchette hanno avuto un ripieno di melanzane e altre di zucchine e menta. Non avevo tempo di ammollare i ceci e ho ripiegato su una crema di lenticchie decorticate. Il bello di un blog come questo è che può funzionare come una specie di oracolo, per seguire una tua ricetta o trarne spunto. Che poi vuol dire imparare qualcosa. Grazie e buona giornata
    michele

  6. Giuseppe Capano Scrive il giu 18, 2013 | Replica

    Ciao Michele,
    grazie a te per la tua dedizione e passione nel provare e cambiare secondo le situazioni le ricette che presento.
    E’ una testimonianza molto importante, un ottimo esempio per tanti altri che leggendoti possono cogliere molti spunti in merito.
    In questo senso sono molto gratificato, vuol dire che il lavoro, per altro molto faticoso, di seguire il blog da dei bei frutti!!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento