Il ruolo del metabolismo per la dieta

Scritto da Giuseppe Capano il 11 marzo 2013 – 13:11 -

dieta_secondo_il_metabolismo 318È un libro molto interessante che porta a vedere il rapporto con il nostro peso e il nostro benessere da un punto di vista diverso.
Diverso perché intanto spinge a riflettere con una buona documentazione al seguito sui fattori di assimilazione del cibo da parte dell’organismo e su come questi influenzano l’attività organica inducendo o meno ad accumulare peso, grassi, tossine e elementi di incentivazione allo sviluppo di diverse patologie moderne.

In particolare, però, la parte più attraente del modello di alimentazione proposto è il distacco liberatorio dal concetto di peso ossessivo degli alimenti, da tabelle con indicazioni di calorie rigide da non superare, dalla condizione di quasi ossessione sui calcoli tipici di molte altre diete.
E questa è già di per se una sostanziale novità e positività che il concetto di attenzione al metabolismo si porta con se liberando la mente da gabbie comportamentali spesso più nefaste dello sbaglio alimentare stesso.
La parte prima è quella più degna di nota, ben scritta e ben spiegata ci porta a capire meglio come esistono più tipi di metabolismo in base ai diversi soggetti umani, come è possibile distinguerli e individuare il proprio segnalando con correttezza le metodologie e i loro costi.
Segnala poi le alterazioni che possono modificare il metabolismo come le intossicazioni alimentari, l’inquinamento, lo stress e l’alterazione della flora batterica (troppo sottovalutata in generale).
Molto interessante e chiaro è il capitolo sulle intolleranze alimentari dove vengono illustrate nei dettagli le diverse forme, dalle intolleranze vere e proprie, alle allergie passando per le pseudo allergie, le ipersensibilità e le reazioni tossiche.
Il concetto chiave e la linea che unisce i vari punti è il ruolo del metabolismo intermedio, di come si differenzia da lento, neutro e veloce, di quali sono le sue peculiarità, di come adottare la dieta in base a questi elementi variando la rigidità applicativa in base ai risultati che è necessario raggiungere.
Sicuramente il libro è consigliabile per tutti coloro che hanno provato senza successo diete passate, la questione qui è affrontata in maniera diversa e il fatto che non sia necessario pesare e preoccuparsi delle dosi è un fattore non di secondo piano.
Ma il volume è anche interessante per chi vuole documentarsi e vedere da un altro punto di vista la questione alimentare e le sue tante particolarità.
Se un appunto è da fare è sulla seconda parte dove spesso le ricette proposte non sono sembrate proprio azzeccate in pieno, ma su questo poi ognuno può trovare i correttivi che meglio ritiene opportuni.
Trovate un approfondimento del libro qui e il modo di acquistarlo comodamente online.
Di seguito la descrizione che accompagna ufficialmente il libro

Descrizione
Chi è in sovrappeso, ha provato tante diete, le segue scrupolosamente ma non riesce a eliminare il peso superfluo, probabilmente non sta prendendo in considerazione il “fattore metabolico”.
Invece seguendo una dieta adatta al proprio tipo di metabolismo, si possono ottenere ottimi risultati anche dal punto di vista del benessere psico-fisico, inteso nel senso più ampio del termine. Certo, occorre tenere bene in mente alcune piccole regole che, se correttamente applicate, rendono la metodica importante nel trattare il sovrappeso e l’obesità, oltre ai benefici che se ne possono trarre a livello sia fisico che mentale. Il libro contiene anche un questionario per stabilire il proprio tipo metabolico, gli schemi dietetici e numerose ricette.

ieta_secondo_il_metabolismo 518


Tags:
Postato in Libri, Mondo alimentare, Tecniche Nuove | Nessun commento »

Aggiungi un commento