Il ruolo dell’indice glicemico spiegato in un libro

Scritto da Giuseppe Capano il 12 aprile 2013 – 22:17 -

Copertina libro In forma con l’indice glicemico particolare 318L’indice glicemico è diventato un parametro importante per valutare nella sua completezza la qualità della dieta seguita e le conseguenze che scelte errate possono portare.
Inizialmente strettamente legato alle problematiche inerenti il diabete, questo indice ha via via esteso il suo ambito perché è di fatto un’ottima sentinella che segnala anomalie funzionali di grande importanza.

Allo stesso tempo ha avuto il merito di mettere nella giusta evidenza il ruolo super positivo di una lunga serie di alimenti integrali, del ruolo delle verdure integralmente consumate, dei danni causati da un eccesso di zuccheri ingeriti e molto altro.
Capita però spesso che venga citato a sproposito o per secondi fini poco intonati al suo reale significato, per questo è necessario conoscere bene cosa significa “indice glicemico”.
Un modo affidabile può essere quello di consultare libri ben scritti che di questo tema sanno dare le corrette coordinate alimentari.
È il caso del libro in oggetto che cerca di aiutare a capire tramite un linguaggio semplice ed elementare la problematica glicemica basandosi su studi seri e affidabili e soprattutto contando sulla supervisione di esperti della materia, come il Dottor Franco Berrino.
Il libro si apre affrontando subito la questione zuccheri, non demoni nella loro totalità, ma nutrienti da capire e saper consumare con cognizione di causa in base a mille variabili diverse e soprattutto in relazione alla singola fisiologia individuale.
Si prosegue poi con una corretta analisi sui principali nutrienti di cui sono composti gli alimenti, su cosa porta a diventare grassi e sulla qualità funzionale dei diversi grassi alimentari, sul ruolo del glucosio nel sangue, su fibre, vitamine, Sali minerali e la fondamentale acqua.
Ci sono anche una serie di piccole pillole di saggezza dietetica e naturalmente una lunga serie di ricette a corredo, con un’analisi precisa di cosa le diverse portate dovrebbero avere per arrivare a controllare con correttezza l’indice glicemico.
Di seguito la nota ufficiale che accompagna il libro

Descrizione
Il metodo per togliersi di dosso in modo duraturo il grasso di troppo esiste ed è abbastanza semplice: bisogna imparare a mangiare cibi che non facciano ingrassare e farne una regola di vita per la linea e la bellezza e, soprattutto, per la salute. L’alimentazione deve essere a base di cereali, soprattutto integrali, legumi, verdura, olio d’oliva, frutta, cui si possono aggiungere pesce, carne bianca e un po’ di latticini (soprattutto quando si è giovani), talvolta, se si desidera, carne rossa e, più raramente, dolciumi, soprattutto se industriali. Il tutto con poco alcol, molta acqua e l’indispensabile movimento.
Questo tipo di alimentazione ha il vantaggio di essere “a basso indice glicemico”, cioè di mantenere basso il livello di glucosio nel sangue e di conseguenza anche quello dell’insulina, proteggendo sia dal sovrappeso sia dalle patologie del benessere. Ispirato agli insegnamenti di Michel Montignac e confortato dall’esperienza del dottor Franco Berrino, un testo agile e pratico che aiuta a scegliere l’alimentazione più salutare senza rinunciare al gusto.

Copertina libro In forma con l’indice glicemico 518


Tags:
Postato in Libri, Tecniche Nuove | Nessun commento »

Aggiungi un commento