Il ruolo importante della buona e sana cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 19 aprile 2016 – 16:40 -

Prevenire il cancro a tavola particolare 318Sono alle prese con lo studio, programmazione e attuazione di un progetto molto bello che si terrà a metà giugno a Firenze all’interno della bella università.
Ne parlerò meglio a tempo debito, ma posso già dire che al centro dell’attenzione ci sarà l’alimentazione e la cucina di aiuto e contrasto ai tumori, la cucina buona e ricca di sapori che allo stesso tempo è utile (a volte molto utile) per combattere al meglio patologie spesso molto invasive.

Non si tratta di sostenere che la cucina e la corretta alimentazione sono medicine dirette, la medicina per definizione rimane tale e quella è la sua prerogativa derivata da studi scientifici, confronti, analisi, prove, esperienze e verifiche.
Ne derivano sostanze specifiche utili a rimediare ai danni che una patologia apporta all’organismo e la natura di queste sostanze può avere diverse origini.
È fondamentale precisare questo perché non significa affatto sminuire il ruolo prezioso dell’alimentazione e della dieta (quindi della buona e sana cucina), piuttosto mettere in evidenza gli ambiti precisi.
La chiave di comprensione sta nel concetto di prevenzione che può essere molto più potente di qualsiasi altra cura del “dopo”, quando cioè i danni all’organismo sono diventati palesi e conclamati (purtroppo per chi li subisce).
La prevenzione attiva avviene attraverso il consumo di quegli alimenti e cibi che le moderne ricerche mettono in evidenza come ricchi di sostanze a elevata valenza biologica e funzionale riconfermando spesso usi e consumi ritrovabili da secoli nelle abitudini e negli usi della cucina popolare.
Alimenti e cibi che poi devono essere combinati tra loro, quando opportuno e possibile consumati a crudo, in alternativa rifiniti attraverso i metodi di cottura più tutelanti delle loro prerogative di partenza.
Specificare come, con quali grassi, strumenti e metodologie spetta alla moderna e sana cucina della salute che personalmente sviluppo e porto avanti da numerosi anni.
Serve probabilmente anche una comunicazione che intrecci le pure e corrette tecniche di cucina con le prerogative di salute preventiva degli alimenti usati ponendo come premessa essenziale la bontà finale di ciò che si consuma.
Cioè una cucina che sappia come è giusto affascinare nel suo procedere elaborativo di un piatto, spiegando non solo il trucco tecnico per garantire la riuscita estetica o funzionale della preparazione, ma anche il contributo di salute che i singoli ingredienti e le specifiche procedure scelte portano all’organismo.
Quello che a Firenze proveremo a fare davanti a una platea altamente qualificata in cui i piatti buoni assaggiati lo saranno soprattutto in funzione del buono che portano a livello di prevenzione, aiuto e contrasto alle degenerazioni tumorali.
Di questo avrò modo di approfondire ulteriormente a breve!!!

Prevenire il cancro a tavola titolo e sfondo 518


Tags: , , , ,
Postato in Alimenti, Cucina e salute, Prevenzione, Salute | Nessun commento »

Aggiungi un commento