In anticipo inizia il nuovo anno di Cucina Naturale!

Scritto da Giuseppe Capano il 21 dicembre 2016 – 22:30 -

cover-01-2017-518È da sempre tradizione l’uscita molto anticipata alcuni giorni prima del natale del primo numero dell’anno della rivista Cucina Naturale che così non fa mancare occasioni, idee e spunti per tutte le ricorrenze delle feste prossime.
Che sono decisamente abbondanti tra vigilia, il giorno di natale, quello dopo di santo Stefano e via così a scendere con il calendario fino al culmine del capodanno e l’appendice un po’ fiabesca della befana.

La fatica che facciamo per anticipare l’uscita è proprio per questi motivi, nei servizi contenuti nel numero di gennaio trovate, infatti, altrettante opportunità di ricette e piatti sfiziosi di quelli contenuti nel numero di dicembre con in più tanta informazione alimentare per affrontare al meglio il tour de force delle tante cene da superare!!!
E non perdetevi neanche il bel editoriale della direttrice che riassume splendidamente tutto il contenuto del mese con una serie di altre interessanti riflessioni.
Per quanto mi riguarda presento due servizi distinti, il primo è su una tipologia di cavolo spesso meno conosciuta delle altre ma con gli stessi pregi se non di più.
La famiglia delle crocifere comprende una vasta selezione di ortaggi, i classici cavoli che conosciamo bene come anche la comune rucola.
Una varietà tutta da riscoprire per la bontà delle foglie e i notevoli apporti positivi sulla salute è il cavolo riccio abitualmente coltivato nelle zone rurali pugliesi e di parte del sud Italia, ma come già dicevo meno conosciuto nel resto del territorio nazionale.
Un peccato perché al contrario in America dove è conosciuto come Kale viene celebrato come un super cibo da consumare in quantità per via dei potenti composti che agiscono contro il cancro, uno su tutti il sulforafano elemento in grado di ostacolare la formazione del cancro a livello molecolare.
Nel secondo servizio mi occupo dei minestroni, una preparazione spesso bistrattata e che invece riserva piacevolissime e gustose sorprese cariche di salute.
L’uso di preparare minestre ricche di verdure comunemente definiti minestroni è antica quanto l’uomo, di per se è un passaggio elementare e semplice che aiuta spesso a riciclare pezzi di ortaggi, verdure e legumi che rimangono in dispensa e frigorifero.
Le caratteristiche di base sono la presenza degli elementi vegetali in pezzi ben visibili, la densità che non deve essere troppo asciutta come una zuppa e ne troppo liquida come una minestra semplice, la presenza di almeno 3-4 varietà di ortaggi e la comunione spesso con legumi e cereali per completare il quadro nutrizionale.
In alternativa si usa spesso accompagnare i minestroni con fette di pane tostato grigliato cosparse di olio lasciate intere o divise in cubetti e non è rara la presenza di formaggio fresco e stagionato spesso cotto nel minestrone stesso.
Nel servizio racconto bene di tutto questo, spiego la metodologia corretta e tutte le restanti informazioni utili!
Per il resto vi lascio alla presentazione ufficiale della rivista di gennaio.

Cucina Naturale di gennaio: Cominciamo bene!
Avete mangiato troppo a Natale? La nostra risposta di “pronto soccorso” è nella dieta settimanale di stagione, a base di piatti unici completi e sazianti, una costante della nostra rivista, accompagnata questo mese da un servizio dedicato alla sensazione di fame, al perché può essere più o meno intensa e costante, con 8 suggerimenti su come fare a “spegnerla”.
Fare attenzione al peso significa mangiare un po’ meno, nutrirsi meglio, ma sempre con piacere. Se nel numero trovate un menu ancora un po’ festaiolo ma davvero leggero a base di sedano rapa, e un altro che propone nuove idee di saluberrimi minestroni, abbiamo voluto aprire con un buffet, originale e colorato, attento agli ingredienti e non troppo calorico, perché mangiare meno non significa certo smettere di farlo in compagnia, invitando amici e parenti. Tra gli altri servizi di cucina, piatti crudisti e dessert a base di frutta secca in guscio, la verza vista da Marco Bianchi, saporite insalate con tutti i cavoli dell’orto, un approfondimento sul “cavolo star” del momento, il cavolo riccio.
Un’idea per i piccoli: i dolcetti naturali da mettere nella calza della Befana, per abituarli a sapori diversi, ma sempre gradevolissimi. E un’idea per restar sani: un servizio del dottor Speciani su come affrontare i cosiddetti malanni di stagione in modo razionale e scientifico, e più sicuro.

sommario-01-2017-518


Tags:
Postato in Cucina Naturale, Tecniche Nuove | Nessun commento »

Aggiungi un commento