La dolce patata

Scritto da Giuseppe Capano il 13 novembre 2015 – 22:07 -

Patata dolce 318Questa è la stagione di un ortaggio curioso che in Veneto ha trovato il suo habitat ideale pur arrivando da molto lontano, osservando il banco dei prodotti ortofrutticoli freschi del supermercato bio che sto seguendo in questi giorni mi è saltato nuovamente all’occhio.
Non a caso sono a Vicenza e qui questo ortaggio è di casa o per lo meno abbastanza conosciuto e usato, altrove credo meno e forse sarebbe il caso di valorizzarlo un po’ in cucina e diffonderne la conoscenza visto che le sue qualità rispetto alla salute e alla prevenzione non sono per nulla indifferenti.

Tradizionalmente ad esempio viene usato in Giappone per aiutare a combattere i problemi relativi ad anemia, ipertensione e diabete e se fino a poco tempo fa si poteva pensare che fossero solo convinzioni popolari, ora la scienza grazie a recenti studi ha confermato in buona parte la valenza di queste sane abitudini.
Gli studiosi dell’Istituto di ingegneria biomedica del Cnr di Padova, giusto per citare una ricerca nostrana pur se in  collaborazione con l’università di Vienna, hanno portato avanti un indagine su un campione di popolazione europea affetta da diabete di tipo II.
In questa occasione hanno osservato come il caiapo, un estratto di buccia di batata, ha la proprietà di ridurre la glicemia basale, il colesterolo e l’emoglobina glicata, portando a migliorare sensibilmente la salute delle persone colpite da queste problematiche.
Ora avete capito che sto parlando della batata o per meglio dire della patata dolce americana essendo l’alimento di  origine sudamericana.
Nell’area di Kagawa in Giappone questo ortaggio è da sempre (nel senso da quando si è diffuso) consumato in grande quantità dalla popolazione locale, spesso crudo.
L’estratto della buccia, il Caiapo, è diventato per loro un aiuto concreto per curare molte delle malattie legate ad alimentazione e metabolismo e da qui sono partiti gli studi dei ricercatori.
Come dicevo la patata dolce si è molto diffusa anche qui da noi e siccome di per se è anche molto interessante in cucina credo che presto ne approfitterò per renderla protagonista di qualche nuovo piatto.
Tornando al supermercato bio tranquillizzatevi non ho cambiato mestiere!
Sto semplicemente seguendo un uovo ristorante all’interno di questo nuovo locale e appena riesco ve ne parlo meglio!!!

Patata dolce 518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento