La farina che sa raccontare

Scritto da Giuseppe Capano il 26 dicembre 2011 – 23:32 -

FarinaIl brevissimo post di questa giornata di festa è in versi.
Credo che la cucina sia, per chi la ama veramente, una perfetta forma di meditazione, può bastare una manciata di farina lanciata a caso per incamerare nell’anima tracce sapienti e rigeneranti.

 

 

La farina su una superficie scura mi ricorda un ammasso di stelle
non posso fare a meno di pensare che in ogni chicco che maciniamo
c’è una parte di noi
e che coscienti o meno mangiamo l’anima di chi ci ha preceduto
ogni volta che un impasto lavorato con le mani e lo spirito
finisce dentro i nostri  meccanismi biologici.
Di questa farina lanciata su un piatto nero
mi piace l’espressione, sa raccontare storie,
solo chi osserva meditando sui particolari
ne sa capire il messaggio.
A cosa pensiamo prima di lasciare alle dita l’ardore di assemblare?”

Farina


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società | Nessun commento »

Aggiungi un commento