Le pectine amiche presenti nelle arance

Scritto da Giuseppe Capano il 4 gennaio 2014 – 22:16 -

Arance polpa interna 318Parlandovi della ricetta presentata ieri dicevo come sembra sia arrivata finalmente la piena stagionalità delle arance, frutto squisito e ricchissimo di virtù.
Decisamente tante virtù e decisamente tantissimi pregi preventivi rispetto alla nostra salute tanto che come ben sapete le arance sono state prese a simbolo per una nota campagna di prevenzione.

Ma non è di questa campagna che mi interessa parlarvi, piuttosto di una recente conferma di queste virtù celate in questo caso soprattutto nella buccia di questo agrume e in misura minore (minore per modo di dire!) nella succosa, dolce e dissetante polpa.
Le arance sono molto ricche di pectina uno dei tanti elementi positivi che compongono l’universo delle benefiche fibre alimentari.
Da tempo si era osservato in numerosi studi come questa formidabile sostanza fosse si in grado di ridurre le infiammazioni correlate alle patologie tumorali, ma allo stesso tempo ci si era trovati di fronte alla difficoltà che questa particolare fibra, come tante altre fibre, è difficilmente assorbibile dall’organismo umano.
Anche se sarebbe meglio precisare che assimilabili le fibre lo diventerebbero di più se ci fosse una “rieducazione” verso una corretta masticazione invece di ingurgitare qualsiasi cosa distratti magari dalla dannata televisione accesa!!!
Comunque un team di ricercatori dell’Indiana University partendo da alcune indagini precedenti che avevano come oggetto la pectina è arrivata a elaborare un nuovo composto in grado di trasformare la pectina in catene molecolari più assimilabili e leggere.
Il tutto con l’obbiettivo di renderla una stretta alleata della chemioterapia grazie al potente contrasto alla galectina-3 che  priva le cellule tumorali di proteine e ne determina il decesso.
Una promettente efficacia dimostrata in particolare nei confronti del tumore al seno nelle donne e in quello della prostata e del colon negli uomini e che certamente avrà bisogno certamente di altre conferme.
Ma nel frattempo sentite il mio umile consiglio; mangiate il più lentamente possibile il maggior numero di arance che riuscite (senza esagerare ovviamente) in stagione, masticate il più lentamente possibile e fate scorta di salute senza aspettare le moderne ricerche.
Che sono importanti e possono aiutare a guarire chi è seriamente ammalato, ma intanto meglio far da se, non trovate?!!!
E mi raccomando non buttate via la pellicina bianca e magari neanche la buccia, ricordatevi delle pectine amiche!!!!

Arance 518


Tags: ,
Postato in Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento