L’incremento allarmante delle malattie degli adulti nei bambini

Scritto da Giuseppe Capano il 28 gennaio 2015 – 21:54 -

Grasso bambini 318Nella mia ultima ricetta pubblicata vi era un preciso riferimento ai bambini, piccoli in crescita che sanno darci tanto, spesso insegnarci e ancora più spesso ricordarci ciò che abbiamo frettolosamente dimenticato.
Quella dimensione di sentimento, candore e rispetto sacrificata all’altare della maturità adulta, anche se per fortuna di adulti che quella dimensione ancora la mantengono ci sono e aiutano in concreto il mondo a prescindere da ciò che fanno.

Piccoli che però sono in balia di un contesto sociale che inevitabilmente li condiziona nella crescita e nello sviluppo mentale e fisico in un intreccio indissolubile in cui l’uno e specchio dell’altro.
Lo vedo, purtroppo, dalle tante notizie sull’alimentazione che consulto quotidianamente.
Ad esempio l’Istituto di ricerche mediche di Harvard riporta una notizia molto preoccupante sulla salute e sul futuro dei più piccoli e su cui tutti noi adulti abbiamo enormi responsabilità oggettive.
La notizia non è nuova ma importante perché analisi e osservazioni incrociate hanno portato a stabilire come ci sia stato negli ultimi anni un incremento del 27% di diabete, apnea notturna, pressione alta e dolori articolari a carico dei più piccoli e dei giovani di età compresa dagli 8 ai 17 anni.
Anche se i dati sembrano riguardare per gran parte la popolazione degli Stati Uniti non bisogna illudersi che la problematica non tocchi anche tanti altri paesi considerati evoluti, come la stessa Italia.
La causa non è difficile da individuare i ricercatori ne hanno messo ben in evidenza l’origine: un’alimentazione ad alta percentuale di grassi con eccessi continui di sale, dosi di zuccheri raffinati spropositati e abbondanza di conservanti chimici di ogni tipo.
Un quadro complessivo quindi in cui si nota un carico calorico elevatissimo a fronte di uno scarso movimento e dispendio energetico con il corollario di dosi insignificanti di frutta e verdura e l’influenza nefasta del consumo di cibi e bibite industriali rese ulteriormente attraenti dal basso costo economico.
Facile capire in questo quadro come la lunga mano delle catene di fastfood che hanno creato veri e propri luoghi di aggregazione giovanile abbiano una grave responsabilità diretta.
Così per i genitori diventa una dura, durissima battaglia quella di rendere famigliare ai bambini il gusto del cibo vero a base dei prodotti della terra di fronte a un palato ormai “drogato” dagli aromi artificiali contenuti nei cibi confezionati.
Ne riparlerò ancora, sperando in notizie più confortanti!!!

Fastfood panino 518


Tags: ,
Postato in Cucina e salute, Mondo alimentare, Prevenzione | Nessun commento »

Aggiungi un commento