Lo scambio musica cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 12 dicembre 2016 – 17:17 -

zucca-musicale-1-con-scrittaLavorando tutto ieri sul computer per portare avanti una serie di progettazioni ho ascoltato a ripetizione uno dei miei autori musicali preferiti nel suo vasto repertorio.
Un sottofondo molto proficuo, mi ha aiutato a pensare con più presenza e consapevolezza focalizzando al meglio molte questioni, le note della chitarra sono come linee di piacere che ti entrano dentro fino al cuore e mentre scrivi di cucina, alimentazione, salute ti aiutano a capire meglio quello che scrivi.

Non è cosa da poco o superflua, spesso si scrivono e si dicono tante cose senza in realtà averle pensate nella loro intimità, sono infarinate di pensieri che portano a una panatura superficiale lasciando il dentro crudo e mal cotto, spesso immangiabile.
Le metafore del cibo mi paiono appropriate per raccontare di come ci sono percorsi e emozioni paralleli al mestiere di cucina che aiutano a vedere meglio il proprio lavoro, i percorsi della musica e dei suoni sono tra quelli più evocativi e significativi.
Vanno trovati suoni paralleli alla propria sensibilità di cucina, ma questo è normale, non siamo mestieranti di cucina uguali gli uni agli altri, le differenze presenti e naturali sono le stesse differenze della musica che a ognuno sembra migliore e piacevole in un contesto in cui non esiste la musica migliore, esiste la musica e basta.
Simbiosi tra alimenti, cucina e musica non sono nuovi, ma ho sempre pensato che ancora si sia agli albori di queste interazioni reciproche, la sensazione è che lo scambio musica cucina possa andare moltissimo in la, oltre ciò che si può oggi immaginare.
Quando questo autunno ho visitato nel mio paese di montagna la bella mostra annuale sulla zucca nell’originale allestimento per le vie del paese ho trovato un angolo dove un geniale espositore aveva colto nel segno di ciò che sto raccontando qui.
Così le zucche ornamentali sono state trasformate in musicanti, strumenti e note tramite accurati disegni e segni, forse dalle foto non trapela ma vederle dal vivo dava un senso di profondità incredibile.
Era il messaggio che lanciavano nella loro semplicità a colpire profondamente e sembrava di sentirle le note musicali delle zucche.
Ma soprattutto appariva chiaro il legame cibo musica e la sottovalutazione culturale di questo legame profondo e poco valorizzato.
In che termini portarlo meglio alla luce ancora non so, ma sognare di riuscirci è bello come bello è cucinare o scrivere di cucina ascoltando la buona musica!!!

panorama-zucche-musciali-518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Cibo, cultura e società, Mondo alimentare, Racconti e poesia, Ricordi | Nessun commento »

Aggiungi un commento