Marmellate e ricordi di mandarini

Scritto da Giuseppe Capano il 19 marzo 2013 – 18:46 -

Vasetto marmellata di mandarini 318Vi raccontavo ultimamente della fortuna di lavorare avendo accanto un intero market biologico e di conseguenza l’opportunità di provare o approfondire meglio la conoscenza con una bella serie di prodotti.
L’altro giorno i miei occhi si sono soffermati su una serie di piccole marmellate di origine siciliana con diversi frutti tipici del posto e come era ovvio con una forte predilezione per i fantastici agrumi.

Visto che sono innamorato pazzo per i mandarini la prima scelta non è potuta ricadere che su questa marmellata il cui colore era veramente troppo attraente e invogliante.
E devo dire che una volta aperta non mi ha per niente deluso, non esagero dicendo che è di una bontà incredibile e quasi non fa rimpiangere il frutto fresco, che però rimane insuperabile.
Da piccolo mi ricordo, e mi è rimasto impresso nella mente come un forte timbro positivo di vita, il profumo di mandarini che inondava l’aria e permeava con la sua personalità incisiva ogni cosa, oggetto e anima alimentare.
Cominciava a espandersi già nei giorni che ruotavano intorno al natale nella povera casa bilocale in cui stavamo stretti ben in 7, erano mandarini che arrivavano quasi come clandestini stagionali dalla bellissima terra di Calabria dopo un lungo viaggio in camion o a volte treno.
Un’anteprima succulenta quasi da primizia per rendere onore alle feste, un’anteprima da poche lire e quindi presente alla grande, un’anteprima che mi è rimasta nell’anima odorosa che mi porto dietro e quindi un’anteprima che è stata un grande privilegio di vita.
Forse per questo è poi scattato il forte innamoramento che tuttora è più tenace che mai, tanto che per diverso tempo alcuni amici hanno ironizzato e scherzato allegramente sul “divoratore di mandarini”.
Questa marmellata mi ha quindi entusiasmato e fatto scattare la grande voglia di declinarla in qualche bella ricetta, domani, ad esempio, la prima che con questa marmellata è nata.
Non vi dico nulla sul produttore perché nel contesto del blog non è corretto, ma se qualcuno ne vuole sapere di più può eventualmente contattarmi privatamente.
Per oggi vi lascio le foto di questa bella e profumata conserva, domani come dicevo la ricetta.

Marmellata mandarini 518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Mondo alimentare | 4 Commenti »


4 Commenti per “Marmellate e ricordi di mandarini”

  1. Michele Tuveri Scrive il Mar 20, 2013 | Replica

    ciao Giuseppe, sai che ho un albero di mandarini in giardino? E sono colpito anch’io dall’effetto benefico del loro profumo; conosco molte persone stregate dai mandarini dell’infanzia. Potrei farmi da solo la marmellata, data la generosità dell’albero. Mi devo informare, voglio trovare la ricetta meno zuccherata possibile, che conservi bene il gusto della frutta. Ti farò sapere.
    a presto
    Michele

  2. Giuseppe Capano Scrive il Mar 20, 2013 | Replica

    Ciao Michele,
    fantastico beato te è una vera fortuna, personalmente non ho nemmeno un giardino e mi manca molto!
    Ma avere un bell’albero così vicino deve essere un bel privilegio, se poi fa frutti abbondanti ancora di più.
    Oltre alla possanza della sua presenza ti godi pure i suoi doni mangerecci! E magari d’estate il fresco della sua ombra!
    Raccontami della marmellata quando la fai.
    A presto
    Giuseppe

  3. Michele Tuveri Scrive il Mar 20, 2013 | Replica

    be’, è un alberello, non fa tanta ombra, ma ho la fortuna di aver trovato in giardino anche un limone, un arancio e un nespolo, poco più grandi. Puoi immaginarti i profumi nel periodo della fioritura. In effetti mi sento un privilegiato e vorrei dedicarmi un po’ al giardino, magari con un piccolo orto sinergico e qualche fiore, forse quest’anno ci riesco, compatibilmente con gli orari di lavoro. Per adesso mi rallegra l’acetosella 🙂
    a presto
    michele

  4. Giuseppe Capano Scrive il Mar 21, 2013 | Replica

    Ciao Michele,
    si immagino bene i profumi, a me un giardino manca tanto, ma poi mi rendo anche conto che è come un bimbo e andrebbe curato, mentre io sono sempre via e già fatico a seguire come dovrei i miei bimbi veri, purtroppo!!
    Mi consolo quando riesco con grande camminate in montagna, e qui per mia fortuna sono montagne grandiose!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento