Mele, pectine, colesterolo e dimagrimento

Scritto da Giuseppe Capano il 28 novembre 2013 – 17:19 -

Mele goldenÈ un po’ strano raccontarlo ma ho visto raccogliere mele fino a non molto tempo fa, un allungamento della stagione di raccolta probabilmente figlio dell’anomalo caldo autunnale di quest’anno.
Ora i campi e gli alberi sono del tutto spogli e le mele sistemate nelle loro celle di conservazione, teoricamente per alcuni mesi e sempre teoricamente quelli che naturalmente coinciderebbero con la loro naturale durata.

Poi sappiamo bene che pur di vendere e mantenere commercialmente attivo il comparto non ci si riguardi di nulla e così vedersi vendere mele che magari hanno un anno di vita e sono state “artificialmente tenute in vita” è oggi una prassi assurda diventata normale.
Per non tacere dei prodotti chimici che su molte mele abbondano, ma qui aprirei una voragine che per ora rimando.
Preferisco mettere in risalto le tantissime doti di questo eccellente frutto che spesso incrocio in molte ricerche su alimentazione, benessere, cure e prevenzione.
In una recente mi ha colpito in positivo uno studio condotto dalla Florida State University in cui per riassumere brevemente si afferma come il consumo di mele con le loro preziose e abbondanti pectine aiuta a diminuire i livelli di colesterolo cattivo e parallelamente alzare quelli di colesterolo buono.
Le pectine, contenute in molti altri vegetali a dimostrazione ancora una volta dell’importanza strategica del consumo di questi alimenti, fanno parte di quella massa di fibre solubili che hanno potenti effetti positivi su molti meccanismi interni dell’organismo.
Nello specifico lo studio ha coinvolto un gruppo di donne che dopo ave consumato per sei mesi una razione prestabilita di mele (in termini di frutta fresca 1-2 mele al giorno) sono state controllate attraverso esami di accertamento sui livelli di colesterolo nel sangue.
Con un doppio risultato positivo: la diminuzione del colesterolo LDL del 23% e una perdita di peso di una certa consistenza arrivata in maniera naturale e “piacevole”.
Diminuzione dei chili in eccesso sempre dovuta a quanto sembra alle pectine che aumentando il senso di sazietà bloccano gli stimoli della fame aiutate in questo anche dalle fibre presenti nelle mele in particolare se consumate con la buccia (se siete sicuri che siano biologiche!).
Insomma una doppia vittoria per questo prezioso frutto di cui su questo blog trovate molti esempi di ricette che magari prossimamente vi segnalo con più cura!

Mele val di gresta 2012 518


Tags:
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute | 2 Commenti »


2 Commenti per “Mele, pectine, colesterolo e dimagrimento”

  1. Erboristeria prodotti dimagranti Scrive il mar 27, 2014 | Replica

    Che un buon articolo , le informazioni veramente utili ed interessanti !

  2. Giuseppe Capano Scrive il mar 29, 2014 | Replica

    Grazie.
    Giuseppe

Aggiungi un commento