Ogni uomo è il centro del mondo

Scritto da Giuseppe Capano il 20 marzo 2012 – 20:20 -

girolomoniMi unisco come tanti più illustri di me nel ricordo di un grande uomo che si è trovato a superare la linea della vita per andare in un oltre che ognuno di noi può immaginare come crede.
Ci sono uomini che sanno dare senza che questo significhi cercare di avere ancora di più, semplicemente credono in ciò che portano avanti e i loro pensieri si spostano con naturalezza sulla saggezza del futuro e non sul rendiconto del presente.

Così era, nel mio piccolo almeno lo credo, Gino Girolomoni, che venerdì 16 marzo ha lasciato un luogo, tanti amici, molti estimatori, molto amore, rispetto e considerazione intorno a lui.
Parafrasando una delle frasi che amava spesso ripetere penso che nel suo caso sia meglio dire che ogni uomo è il centro del mondo, ogni uomo che con fermezza e determinazione sa portare avanti il suo credo indifferente ai tanti malevoli venti che spesso soffiano senza esito, senza sapere che una casa con fondamenta e ben costruita non è dai venti che può essere compromessa.
Il mio ricordo personale risale a circa 20 anni fa quando con un gruppo di amici toscani e non legati a Legambiente siamo andati a visitare Montebello e conoscere da vicino tutto il mondo della terra che questo posto rappresentava e rappresenta tutt’ora.
Un incontro particolare dove è venuto fuori l’uomo autentico, schietto, severo e buono, buono nel profondo, pronto a bacchettare chi a quell’incontro si sentiva estraneo e allora non capiva perché fosse li, pronto ad ascoltare chi del suo racconto voleva sentire l’essenza e capire i perché.
Sono incontri che segnano anche quando sembra di averli dimenticati nella mente, mentre l’anima ne ha registrato tutti i particolari e gelosamente li ha conservati dentro, spesso all’insaputa della mente stessa.
Non mi dilungo anche perché ci sono persone che lo hanno conosciuto molto di più e saprebbero meglio raccontare chi era Gino, lascio però due riferimenti.
Questo è un video dove si ha la possibilità di ascoltare anche la bella voce e una parte della genesi della sua avventura umana.
Qui, al contrario, avete la possibilità di leggere una bella intervista raccolta da Cucina Naturale.

Gino


Tags:
Postato in Cibo, cultura e società, Ricordi | Nessun commento »

Aggiungi un commento