Orzotto e ceci neri di maremma

Scritto da Giuseppe Capano il 5 gennaio 2012 – 23:08 -

Orzotto alla curcuma, ceci neri e alloro con crema di cavolo rossoDalle mie scorribande estive in Toscana mi ero portato a casa una serie di prodotti da provare e con cui sperimentare nuove ricette.
Spiccava una confezione di invitanti ceci neri che per molto tempo è rimasta dietro la vetrina in dispensa, attendeva ansiosa di diventate protagonista, un ansia terminata in questi giorni dove i ceci neri sono diventati protagonisti di quattro nuovi piatti.

Il “Cece nero di Maremma” come spicca il nome sulla confezione proviene dalle colline di Sorano e tra gli appassionati di cucina è abbastanza conosciuto e usato, il colore particolare ne fa presagire molte applicazioni cromatiche interessanti.
Altre tipologie di ceci neri sono coltivate in Puglia a in diverse località del sud Italia, in questo caso l’attenzione è però per il cece nero di Toscana.
In tutta onestà devo dire che questa tipologia di cece, a parte il colore, non ha nulla di esclusivo e particolare rispetto ai ceci normali, anzi alcune qualità di ceci chiari ritengo siano decisamente più buone e dal gusto più interessante, ma bisogna riconoscere che il colore aiuta parecchio nel creare piatti attraenti e diversi dal solito.
I piatti nati da questo ingredienti di partenza sono stati un’intrigante zuppa vellutata, un insalata colorata e rinfrescante, un eccellente (sicuramente il piatto migliore) paté con cipolle e dragoncello e un sostanzioso primo piatto con orzo e cavolo rosso.
Oggi presento proprio quest’ultimo, in seguito gli altri quando troverò gli spazi adatti per parlarne con magari qualche notizia di attualità.
Per ora eccovi l’orzotto, un suggerimento utile è sull’ottima crema di cavolo rosso, se vi dovesse avanzare usatela diluita con brodo vegetale o latte per condire una pasta, è talmente buona che varrebbe quasi la pena di prepararla apposta invece di sperare in un avanzo.

 

Orzotto alla curcuma, ceci neri e alloro con crema di cavolo rosso

Orzotto alla curcuma, ceci neri e alloro con crema di cavolo rosso

Ingredienti per 4 persone:

  • 90 g di ceci neri secchi messi a bagno per 36 ore e lessati per almeno 90 minuti,
  • 250 g d’orzo perlato,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 125 ml di buon vino bianco,
  • 4 foglie di alloro,
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere,
  • 2 l circa di buon brodo pronto,
  • 300 g di cavolo rosso,
  • 1 grande cipolla rossa,
  • 15 semi di finocchio,
  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • olio extra vergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Se non effettuato prima lessare i ceci neri, in una casseruola larga per risotti tostare l’orzo per 4-5 minuti a calore basso, sbucciare l’aglio e tritarlo.
  2. Togliere l’orzo dalla pentola e rosolare molto velocemente l’aglio insieme a 2-3 cucchiai d’olio d’oliva, unire nuovamente l’orzo, insaporirlo brevemente, bagnarlo con il vino bianco e lasciarlo evaporare bene.
  3. Abbassare la fiamma, aggiungere i ceci neri, le foglie di alloro spezzettate e la curcuma, versando poco brodo caldo per volta cuocere il cereale per 45 minuti circa come un normale risotto.
  4. A parte pulire il cavolo rosso e affettarlo, sbucciare la cipolla rossa e tritarla grossolanamente, rosolarla per 5 minuti insieme ai semi di finocchio, le mandorle intere e 3 cucchiai di olio, unire il cavolo, salarlo e insaporirlo per altri 5 minuti.
  5. Versare un poco di brodo e cuocere il tutto per 20-25 minuti lasciando la verdura semi asciutta, una volta pronta frullarla finemente e ridurla in crema.
  6. Servire l’orzotto nei piatti privandolo prima delle foglie di alloro, mettere nel mezzo la crema di cavolo rosso e servire in tavola.

Tags: , , , ,
Postato in Primi, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane | 2 Commenti »


2 Commenti per “Orzotto e ceci neri di maremma”

  1. Roberta Scrive il ago 21, 2012 | Replica

    Ciao, sono Maremmana e appassionata di cucina ma ho scoperto solo di recente il cecio nero ed ero giusto alla ricerca di qualche ricetta interessante. Questa la proverò senz’altro!
    P.S. Sono una grande fan del ristorante vegetariano di Festambiente e del vostro lavoro! :)

  2. Giuseppe Capano Scrive il ago 21, 2012 | Replica

    Ciao Roberta,
    benvenuta nel blog e grazie per essere una nostra fan, ne siamo molto contenti e in genere anche il pubblico sembra soddisfatto della qualità che sforniamo.
    Appena provi la ricetta se ti va raccontami come è andata o se magari hai fatto qualche variante in corso d’opera secondo il tuo estro creativo.
    Nel blog ci sono anche altre ricette con i ceci neri, caso mai dovessero avanzarti.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento