Papaveri dolci

Scritto da Giuseppe Capano il 15 marzo 2012 – 21:26 -

Biscotti al papavero e cioccolatoProseguo e concludo (per ora) la parentesi dedicata ai semi di papavero con la seconda ricetta che avevo promesso a suo tempo, siamo su un dolce in cui i semi diventano più protagonisti attivi rispetto ai gnocchetti raccontati due giorni fa.
In questa ricetta abbiamo racchiuso diversi aspetti, intanto come già detto un uso e presenza dei semi di papavero che li valorizza al di la del classico aspetto di condimento e supporto a cibi più strutturati.
Poi la valorizzazione ottima, come mi sta capitando da diverso tempo nei dolci, del benefico e aromatico olio extravergine d’oliva che con i neri semi lega molto bene anche in pasticceria.

Termina l’ottima interazione un terzo componente interessante, il cioccolato fondente, che effettivamente chiude un quadro d’insieme molto stimolante, la sua croccantezza in scaglie si sposa con quella dei semi e l’olio di olive ne esalta l’aroma di cacao.
Che altro dire? Solo, se vi fidate, che sono ottimi e uno tira l’altro come spesso succede con i piccoli dolci da pasticceria.
Prima della ricetta una altra piccola serie di informazioni utili sui semi di papavero.

Sapore  Si usano prevalentemente i piccoli semi grigio blu dal delicato e dolce aroma di nocciola che si intensifica dopo una breve tostatura a secco.
Abbinamento  Sono tradizionalmente usati per dolci, pani, focacce e condimenti di primi piatti, sono ottimi con le uova e le verdure invernali e grazie all’effetto decorativo per molti altri piatti.
Acquisto  Si acquistano i semi già sgranati e pronti all’uso, preferibilmente in dosi minime perché irrancidiscono rapidamente.
Consumo I semi vengono usati sia in cottura, generalmente all’esterno della preparazione per sfruttare l’effetto tostatura, sia come tocco finale.
Utilizzo  Oltre ai tipici semi in primavera estate si possono utilizzare anche i petali dei fiori per abbellire insalate e verdure a crudo o le rosette basali e le foglie per preparare frittate, minestre e frittelle di verdura.
Conservazione  I semi si conservano in frigorifero racchiusi all’interno di barattoli di vetro scuro, se risultano umidi basta scaldarli leggermente in un padellino per sgranarli nuovamente e ravvivarne il sapore.

Ora la ricetta, e se vi sembra che i semi siano abbondanti guardate questo altro buon dolce, qui si che il papavero sopravanza qualsiasi altro ingrediente.

 

Biscotti al papavero e cioccolato

Biscotti al papavero e cioccolato

Ingredienti per 8-10 persone:

  • 400 g di cioccolato fondente,
  • 100 g di semi di papavero,
  • 250 g di farina 0,
  • 250 g di farina di riso,
  • 125 g di zucchero a velo,
  • 1 bustina di lievito per dolci,
  • 4 tuorli d’uovo,
  • 150 ml di olio d’oliva,
  • 150 ml circa di latte,
  • carta da forno,
  • sale

Preparazione

  1. Con un coltello ridurre in piccole scaglie o tritare il cioccolato fondente mescolandolo con i semi di papavero.
  2. In una ciotola setacciare insieme la farina bianca, la farina di riso, lo zucchero a velo e il lievito per dolci disponendo il tutto su una spianatoia.
  3. Aggiungere un pizzico di sale e il cioccolato con i semi di papavero, mescolare e formare una fontana, mettere nel mezzo i tuorli delle uova, l’olio d’oliva e 100 ml circa di latte.
  4. Impastare gradualmente gli ingredienti fino a formare un composto morbido, se troppo secco versare il restante latte.
  5. Dare una forma a scelta ai biscotti e disporli in una placa rivestita con carta da forno, cuocere nel forno caldo a 160 gradi per 10 minuti circa, raffreddare e servire.

Tags: , , ,
Postato in Dolci e Dessert, Pasticceria all'olio | Nessun commento »

Aggiungi un commento