Parlare di cucina senza averne conoscenza

Scritto da Giuseppe Capano il 15 novembre 2011 – 14:48 -

ciambella-couscous-ortaggiNei rari momenti in cui guardo la televisione mi capita spesso di sentire tante di quelle inesattezze farcite da supponenza pura che mi consola assai guardarla così di rado.
Così sabato passato in un programma sulla RAI era di turno l’intervista a un presunto esperto (non so di cosa in sincerità, ma sicuramente non di cucina), il tema erano le erbe aromatiche, in particolare rosmarino e salvia (se non mi sbaglio), quindi interessante ho pensato.
Poi da qui si è andati a toccare non so come alcune tipologie di cotture e così ecco uscire la frase illuminante “la cottura alla piastra, la grigliatura, fa sempre male”.

Cavoli ho pensato e chi è così illuminato e competente per poter affermare una frase così impegnativa e assolutistica?
Ma poi la chicca è continuata, così a un certo punto ha ribadito che questa cottura fa sempre male, ma tutto sommato se la usiamo per i cibi una volta al mese può andare.
Eccellente direi, così se la prossima volta un presunto esperto di funghi ci dice che tutti i funghi sono velenosi e fanno sempre morire, ma se ne mangiamo un po’ una volta al mese forse non siamo destinati a morire, siamo tutti felici e contenti e mandiamo giù qualsiasi sciocchezza detta in televisione.
Per dare un informazione corretta è bene precisare che non ci sono cotture negative e cotture positive a priori, è l’uso che se ne fa che può determinare la loro qualità finale sia dal punto di vista strettamente gastronomico che nutrizionale salutistico.
Certamente è una cottura che richiede attenzioni e che con una certa frequenza induce a fare errori indubbiamente lesivi per la salute, ma da qui a dichiarare che è sempre nociva ce ne corre.
Altrimenti potremmo dire che siccome il coltello di cucina è potenzialmente un’arma letale tutti i cuochi possono essere considerati probabili delinquenti destinati a commettere atti efferati.
Il problema vero è che ognuno di noi ha le sue competenze e dentro tali limiti dovrebbe umilmente restare, chi non padroneggia l’arte di cucina è portato a parlare, magari in buona fede, per preconcetti e ignoranza (nel senso che ignora, in questo caso l’uso peculiare di una tecnica) sparando affermazioni che poi dette in televisione fanno danno pazzeschi.
La stessa situazione mi ritrovo a vivere quando sento parlare di mostro terribile e devastante in riferimento alla frittura, un’altra tecnica da padroneggiare con competenza e saggezza, ma che di per se non è oggettivamente dannosa, come detto sopra è l’uso sbagliato che produce effetti sbagliati.
Come un coltello può ottimamente aiutare il lavoro in cucina o fare, purtroppo, ben altro.
Sarà che quando si è di fronte a una telecamera la tentazione di essere esperti a priori è troppo forte, ma prima di parlare di cose che non si conoscono si dovrebbe prendere un bel respiro e pensare a fondo.
Lo so è un po’ un’utopia, ma almeno denunciamo quando possibile l’ipocrisia che ci circola intorno.

tortino di ortaggi con spiedini di zucchine al sesamo


Tags:
Postato in Eventi, Mondo alimentare | 1 commento »
  1. 1 Trackback(s)

  2. Nov 15, 2011: Parlare di cucina senza averne conoscenza Streaming

Aggiungi un commento