Ricette buone e belle per aiutare a superare modelli estetici errati

Scritto da Giuseppe Capano il 2 novembre 2016 – 22:12 -

farro-con-spiedini-di-verdure-518Parlavo ieri delle problematiche legate all’anoressia e alla bulimia che possono portare molte preoccupazioni, difficoltà e disagi profondi sia per chi le subisce sia per chi deve assistere e aiutare chi è in difficoltà come è il caso di genitori che seguono i propri figli.
Un elemento principale su cui prestare molta attenzione è l’intreccio speculativo tra diete dimagranti e peso, un rapporto ambivalente che può portare molti danni con se distorcendo completamente la realtà cognitiva dei ragazzi.

Rispetto alle diete va portata avanti un azione concreta di dissuasione a prescindere dalle condizioni fisiche a meno che non siano veramente estreme.
Non si tratta ovviamente di non portare avanti una strategia dietetica positiva, anzi ci devono essere precise cognizioni in questo senso, ma il tutto va affrontato con naturalezza e tranquillità senza citare o darne enfasi particolare.
Sul peso va fatto un analogo percorso cercando di non parlarne in senso assoluto, ne di quello degli adolescenti ne di quello degli adulti in senso esteso, questo per evitare di farlo diventare l’ossessione principale che si lega in maniera disastroso con l’immagine del corpo.
Una malsana idea fissa che nella mente dei più indifesi, condizionata profondamente dai modelli sociali, si lega al modello pseudo perfetto di magra silhouette, l’unica che si ritiene vincente e alla moda.
Un modello da contrastare opponendo una visione del corpo positiva legata alla propria soggettiva e personalità che è unica da individuo a individuo.
In generale quindi, sia a tavola che fuori contesto alimentare, bisogna dialogare e parlare delle dinamiche alimentari e costituzionali sempre in termini di positività  evitando gli apprezzamenti negativi o enfatizzanti i presunti difetti.
Al contrario sono le abilità personali, le doti e le prerogative interiori a essere messe in primo piano sapendole sapientemente intrecciare con una buona strategia alimentare.
Contano poi anche semplici passaggi in cucina, come quello di abbinare insieme elementi nutrizionali che possono comporre un quadro equilibrato facendo in modo che a livello di presentazione la preparazione culinaria sia accattivante e invogliante.
È il compito, difficile, che mi è stato affidato per accompagnare l’articolo che ho cercato di corrispondere al meglio con questa ricetta che spero si anche di vostro gradimento!!!

 

Farro con spiedini di verdure

farro-con-spiedini-di-verdure-bis-518

Ingredienti per 4 persone:

  • 260 g di farro perlato,
  • 3 zucchine,
  • 150 g di scamorza fresca,
  • 3 cucchiai di pangrattato integrale,
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato,
  • 1 mazzetto di basilico,
  • 200 g circa di pomodorini piccoli,
  • stuzzicadenti da spiedini lunghi,
  • 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva,
  • origano

Preparazione

  1. Mettere il farro in una pentola con 750 ml di acqua, portare gradualmente a ebollizione, abbassare la fiamma e cuocere per 30 minuti circa lasciando asciugare del tutto il fondo di cottura salando solo in ultimo.
  2. Tagliare le zucchine pulite in sottili fettine e lessarle per 1 minuto in acqua bollente, una volta fredde condirle con il basilico tritato mescolato con 3 cucchiai  d’olio e un pizzico di sale.
  3. Tagliare la scamorza in piccoli cubetti e arrotolarvi le zucchine formando dei rotolini.
  4. Infilarli negli spiedini alternandoli con i pomodorini interi e mettere in una teglia, cospargere con il pangrattato mescolato al parmigiano e gratinare in forno caldo a 200 gradi 5 minuti.
  5. Servire con il farro lessato e condito con l’olio rimasto ed un pizzico di origano.

Tags: , , , , , , ,
Postato in Corriere della Sera, Primi, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane | Nessun commento »

Aggiungi un commento