Riconoscere le uova

Scritto da Giuseppe Capano il 11 novembre 2015 – 22:56 -

Uovo contrasto 318Torniamo sull’argomento uova per fornire questa volta alcune informazioni utili per conoscerne origine e tipologia e fare in questo modo una scelta consapevole e attenta.
Da diversi anni ormai ogni uovo messo in commercio riporta un preciso codice stampato direttamente sul guscio, una sorta di carta di identità che tiene traccia di una serie di informazioni preziose.

Prendendo ad esempio una delle uova che ho ora in frigorifero leggo questo preciso codice: BIO 0IT128CN011, di per se poco comprensibile, ma facilmente traducibile in un messaggio chiaro e esaustivo.
Il primo termine svela già molto, quel BIO è chiaramente un riferimento al metodo di allevamento dell’animale ed è reso più riconoscibile dal numero zero che segue al termine BIO.
Gli animali sono cresciuti secondo la legge per almeno 1/3 della propria vita all’aperto, con almeno 4 metri quadri a disposizione (se vi sembrano pochi sentirete poi il resto!) e con un alimentazione esclusivamente di origine biologica.
Se vedete invece il numero 1 le uova sono prodotte da galline allevate all’aperto con uno spazio di almeno 2,5 metri quadrati con nidi, trespoli e lettiere, il numero 2 indica galline non in gabbia pur se allevate in spazi chiusi con una densità massima di 9 galline per metro quadrato.
Infine il numero 3, la tipologia più diffusa in assoluto in Italia, indica galline allevate in gabbia con una superficie disponibile di 750 cm quadrati (un po’ più di un foglio A4) senza possibilità di muoversi liberamente in un contesto che non è necessario spiegare oltre.
Tornando al codice dopo il numero che indica il tipo di allevamento troviamo la sigla della nazionalità (in questo caso Italia), quindi il codice ISTAT del comune in cui è presente l’allevamento seguito dalla sigla della provincia, mentre il numero finale tiene traccia dell’azienda specifica che alleva gli animali in modo da poter risalire facilmente in caso di problematiche di salute.
Tutto sommato non è difficile da capire, ogni serio produttore poi spesso spiega direttamente sulla confezione il significato della sigla delle uova e di per se ha una utilità non indifferente per quanto credo la maggioranza delle persone non ci badino minimamente.
Ma la differenza tra un tipo di uova e un’altra la si riconosce anche senza sapere alcun codice, basta avere la pazienza di osservare cosa succede quando si rompe il guscio.
Per non parlare del contenuto!!!

Uovo contrasto 518


Tags: , ,
Postato in Alimenti, Cibo, Mondo alimentare, Trucchi e consigli | Nessun commento »

Aggiungi un commento