Salmone, fattori di stress e gli ultimi pomodori di stagione

Scritto da Giuseppe Capano il 8 ottobre 2012 – 11:03 -

Salmone marinato con panatura di mandorle e pomodori pachino alla menta 318Come promesso in questo post oggi vi lascio la ricetta frutto del racconto avvenuto all’interno della trasmissione radiofonica “Essere e benessere” su Radio 24.
Come già dicevo coincidenza ha voluto che fosse un’altra ricetta a base di salmone fresco, dopo quella pubblicata sul Corriere della Sera di domenica 30, in quanto citato all’interno dell’argomento trattato durante la trasmissione insieme ad altri alimenti nell’ottica del superamento dei fattori di stress anche a tavola, se non soprattutto.

La ricetta è molto semplice e nulla vieta di farla con altre qualità di pesci, anche gli ottimi pesci poveri azzurri come sarde, alici, sgombri che oltre al costo minore hanno un rapporto qualità, prezzo, resa preventiva sui fattori degenerativi e aumento dei fattori di benessere interno forse migliore del salmone.
Ne possiamo approfittare anche per utilizzare gli ultimi pomodori realmente di stagione, una stagione più che calda devo dire, tutt’ora le temperature sono stranamente elevate per il periodo, diciamo che l’unico vantaggio è che le piante tipicamente estive continuano un po’ di più la loro produzione.
Ma forse è un vantaggio relativo, l’anomalia resta e invece le piante autunnali controbilanciano con una loro sofferenza questo stato di cose, come avviene nel caso delle castagne ad esempio.
Per ora godiamoci la buona ricetta nella sua bella e lineare semplicità, faccio notare solo come la frutta secca tradizionale a guscio ha un’importanza strategica veramente elevata, oltre a portarci tutti i suoi notevoli benefici sulla salute.
Qui ad esempio la sua presenza tramite le ottime mandorle cancella in un attimo la necessità di farcire e condire all’eccesso il pesce per renderlo accattivante e invitante, un vantaggio non da poco.
Eccovi la ricetta.

 

Salmone marinato con panatura di mandorle e pomodori pachino alla menta

Salmone marinato con panatura di mandorle e pomodori pachino alla menta 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cucchiaino di erba cipollina tritata,
  • 4 trance o filetti di salmone fresco,
  • 300 g di pomodori pachino,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 10 foglie di menta fresca,
  • curcuma in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare 1 cucchiaio abbondante di olio con un poco di curcuma in polvere, una leggera macinata di pepe e l’erba cipollina tritata, pulire e lavare il salmone, asciugarlo parzialmente e condirlo con l’olio aromatico lasciandolo marinare al fresco.
  2. Nel frattempo lavare i pomodori pachino, dividerli in piccoli spicchi e condirli con un cucchiaio d’olio, un pizzico di sale e l’aglio intero semplicemente sbucciato.
  3. Tritare le mandorle e rivestire una teglia con carta da forno, disporre il salmone nella teglia e ricoprirlo con le mandorle tritate, cuocerlo nel forno caldo a 190 gradi per 10 minuti circa.
  4. All’ultimo istante saltare per 1 solo minuto i pomodori in padella a calore alto e aromatizzarli con la menta fresca spezzettata, accompagnare il pesce con i pomodori semi crudi.

Tags: , , ,
Postato in Pesce, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Secondi | 7 Commenti »


7 Commenti per “Salmone, fattori di stress e gli ultimi pomodori di stagione”

  1. Giuseppe M. Scrive il Oct 8, 2012 | Replica

    Molto invitante… complimenti!

  2. Giuseppe Capano Scrive il Oct 8, 2012 | Replica

    Grazie Giuseppe, come sempre se la provi aspetto il tuo parere.
    A presto
    Giuseppe

  3. Giuseppe M. Scrive il Oct 11, 2012 | Replica

    La ricetta che già su schermo sembra invitante è davvero OTTIMA. Provata ieri sera, il croccante delle mandorle e la morbidezza del salmone cotto in forno si sposano benissimo, il tutto accompagnato da un buon Riesling.

  4. Giuseppe Capano Scrive il Oct 11, 2012 | Replica

    Ottimo Giuseppe, bel riscontro su questa ricetta, mi fa proprio piacere; in effetti l’obbiettivo era far arrivare alla bocca dell’assaggiatore le sensazioni che hai pienamente confermato con la tua prova.
    Alla prossima ricetta.
    Giuseppe

  5. Barbara Scrive il Oct 14, 2012 | Replica

    Scusa per la domanda, ma ero convinta che tu fossi vegetariano, invece non è così?
    Grazie 🙂

  6. Giuseppe Capano Scrive il Oct 14, 2012 | Replica

    Ciao Barbara,
    nessun problema per la domanda, no non sono vegetariano, ma consumo molto raramente la carne e un po’ di più il pesce, in generale però il 95% di quello che consumo arriva dal mondo vegetale in tutta la sua bella varietà. Un mondo che amo immensamente e su cui mi sono specializzato trovando via via diverse strade da percorrere intrecciando, benessere, salute, qualità finale, realizzazione personale, etica, ambiente e tanto altro.
    Un caro saluto.
    Giuseppe

  7. Barbara Scrive il Oct 14, 2012 | Replica

    grazie sei sempre molto gentile 😀

Aggiungi un commento