Scarti preziosi da valorizzare e un segreto

Scritto da Giuseppe Capano il 24 settembre 2013 – 22:02 -

Crema con scarti di cavolfiore, riso nero e pomodorini 318Mi sono ritrovato tra le mani un magnifico cavolfiore ricco di tante foglie anche se li per li sono rimasto abbastanza perplesso visto che non mi sembra ancora arrivata la stagione di questo magnifico cavolo.
Hanno cercato di rassicurarmi sulla sua origine bio e sulla sua naturalità, a me i dubbi sono rimasti, ma una volta tra le mani l’istinto di prepararlo inventandomi qualcosa ha prevalso.

Però non mi andava proprio di scartare tutto quel ben di dio che attorniava i fiori del cavolo e che spesso è un grande spreco buttare via, per cui lasciati i fiori (ovviamente ingentilisco il tutto, per fiori intendo le classiche cimette!) a altre preparazioni ho deciso di dedicare ulteriori sforzi per valorizzare parti altrimenti non usate.
Così ho destinato foglie e torsolo centrale del cavolfiore alla preparazione di una buona crema di base a cui bisognava trovare gentili accompagnatori.
Del riso integrale mi sto innamorando sempre più da quando (ormai da anni) oltre all’ottimo bianco di base si sono affiancati i fratelli rosso e nero che oltre per il colore si distinguono per un’aroma incredibile e un profumo da reggia reale.
Allora ogni volta che riesco (anche troppo, nel senso che rischio di ripetermi, ma pazienza!) inserisco una delle tre versioni di riso integrale in qualche piatto.
Non necessariamente in primi, anche se questi la fanno da padrone, ciò che conta è farlo apprezzare a prescindere dalla portata in cui è inserito.
Trovato il primo buonissimo accompagnatore mi mancava un terzo elemento dal buon contrasto cromatico e dalla buona esaltazione dell’insieme di sapori.
I pomodorini erano perfetti e tali si sono rivelati, hanno chiuso la mia ricerca e nel gustare il piatto sono stati particolarmente apprezzati.
Probabilmente l’astuzia di giocare sulla triade aromatica aglio, zenzero e rosmarino si è dimostrata ancora una volta vincente.
Insomma vi ho dato un bel segreto se lo sapete cogliere!!!
A voi la ricetta ora.

 

Crema con scarti di cavolfiore, riso nero e pomodorini

Crema con scarti di cavolfiore, riso nero e pomodorini

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di riso nero integrale,
  • 400 g circa di foglie, torsolo e scarti di cavolfiore,
  • 1 patata media a pasta bianca,
  • 200 g di ceci lessati,
  • 150 g di pomodorini,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 50 g di zenzero fresco,
  • 2 rametti di rosmarino fresco,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare il riso e metterlo in una casseruola con il triplo del volume in acqua, coprire parzialmente, portare a ebollizione e a fuoco basso cuocere per 40 minuti circa lasciando assorbire il liquido in cottura.
  2. Lavare con cura le foglie e il torsolo del cavolfiore, tagliarli in piccoli pezzi e metterli in una pentola insieme alla patata sbucciata divisa a metà e ai ceci.
  3. Coprire con 1 l di acqua, salare poco, coprire e cuocere per 30 minuti circa a calore medio basso.
  4. Lavare i pomodorini e tagliarli a spicchietti, sbucciare l’aglio e lo zenzero, sfogliare il rosmarino, tritare finemente insieme i tre ingredienti e rosolarli in una piccola padella insieme a 4 cucchiai d’olio per 2 minuti.
  5. Aggiungere il soffritto alle verdure cotte lasciando un poco di olio nella padella in cui far saltare i pomodorini leggermente salati per 3-4 minuti a calore vivace.
  6. Frullare la minestra riducendola in crema morbida, se troppo asciutta allungarla con poca acqua e regolarla di sale.
  7. Servire la crema di cavolfiore nei piatti con in mezzo i pomodorini saltati e intorno il riso nero lessato.


Tags: , , , ,
Postato in Minestre e Zuppe, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | 2 Commenti »


2 Commenti per “Scarti preziosi da valorizzare e un segreto”

  1. liuba Scrive il Sep 28, 2013 | Replica

    Ciao, Giuseppe!
    E´ da un po che non scrivo un commento sotto i tuoi posts. Questo non vuol dire, che non ti seguo.
    Che buon piatto hai preparato. Mi piace molto anche la presentazione. La tua creativita si mostra sempre in quello che fai.
    tanti saluti,
    Ljuba

  2. Giuseppe Capano Scrive il Sep 29, 2013 | Replica

    Cara Liuba è un piacere risentirti e apprezzo molto i tuoi commenti.
    Non c’è bisogno di scusarsi, altrimenti figurati io che non trovo il tempo di passare a vedere quello che fai tu quasi mai cosa dovrei dire!!!
    Grazie comunque sei sempre molto gentile e carina!
    Proprio per questo spero di ritrovarti presto con qualche pensiero.
    Buone cose.
    Giuseppe

Aggiungi un commento