Stagionalità, questa sconosciuta

Scritto da Giuseppe Capano il 23 luglio 2011 – 12:47 -

zucchine

Le zucchine sono tra i maggiori ortaggi consumati d’estate. Mi correggo consumati tutto l’anno con normalità, mentre normale certamente non è. La degenerazione a cui la pigrizia mentale in cucina ci sta portando scollega i nostri sensi e il buon agire dal ritmo naturale della vita, in questo caso dalle stagioni e dal loro significato nel ciclo vitale di cui siamo parte.

La forza della pigrizia mentale è enorme e non coinvolge solo i comuni mortali, molti miei colleghi se ne sono ammalati da tempo e nei loro menu presentano impunemente lamponi a dicembre e asparagi in piena estate, importanti per loro sono l’apparente eleganza del piatto, la finta estetica o il pretesto per giustificare un prezzo del piatto altrimenti difficilmente giustificabile.

Insomma è anche pigrizia professionale, ma a parte questo credo che il grosso del problema sia a carico del consumatore medio che immerso nei suoi mille problemi quotidiani da un lato è già tanto se consuma verdura fresca, perché altrimenti la tentazione è quella di ricorrere al congelato pronto, veloce, rapido e soprattutto che non pone problemi mentali, non mette in discussione niente, ci sottrae alle responsabilità sulla qualità di ciò che mangiamo, sulla sua origine, sull’etica di chi lo produce.

La responsabilità la lasciamo all’azienda che ci ha così premurosamente preparato il piatto e tanti saluti, se poi ci ammaliamo la colpa possiamo sempre darla a altro.

Per quanto mi riguarda la stagionalità rimane parte di me, non ne potrei fare a meno, anzi non riesco proprio quando penso a una ricetta, mi sembra completamente innaturale e per uno che scrive su una rivista chiamata “Cucina Naturale” non potrebbe che essere così.

Come sempre passiamo al pratico lasciando stare le mie riflessioni e a proposito di zucchine vi presento un semplice piatto. Fresco per l’estate lo potete mangiare da solo con buon pane o abbinare a cereali in chicchi lessati.

Zucchine rinfrescanti con cipolle in agrodolce

Zucchine rinfrescanti con cipolle in agrodolce

Foto Copyright : Chef Giuseppe Capano

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 zucchine medie,
  • 2 grandi cipolle rosse,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 3-4 cucchiai di aceto,
  • erbe aromatiche fresche a scelta,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale.

Preparazione

  1. Lavare con cura le zucchine e tagliarle in piccoli cubetti distribuendole in uno strato uniforme in un cestello per la cottura a vapore, cuocerle per 5 minuti circa lasciandole leggermente croccanti.
  2. Sbucciare e tritare grossolanamente le cipolle rosse, rosolarle per 10 minuti circa a calore medio in una padella insieme a 4 cucchiai di olio salandole leggermente.
  3. Mettere lo zucchero in un bicchiere insieme all’aceto e mescolarlo a lungo fino a scioglierlo, versarlo sulle cipolle, cuocere ancora 1-2 minuti a calore basso e lasciare intiepidire il tutto.
  4. Unire le zucchine a cubetti alla base di cipolle, mescolare delicatamente e servire aromatizzando a scelta la verdura con menta, basilico o maggiorana freschi messi poco prima di consumare il piatto.

Tags: , , ,
Postato in Antipasti, Ricette di stagione, Ricette estive, Ricette facili, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane, Ricette veloci | Nessun commento »

Aggiungi un commento