Suadente dessert di zucca aranciata

Scritto da Giuseppe Capano il 2 novembre 2012 – 12:49 -

Flan di zucca all'arancia e cannella con salsina al cacao 318Che la zucca, come tanti altri ortaggi usati per preparazioni salate, possa trasformarsi in squisiti dolci non è una novità, ma continua a sorprendere molti soprattutto quando non si tratta dei “soliti” dolci ma si va su strade più raffinate che in apparenza possono solo frequentare alimenti “nobili”.
La zucca, invece, ha due doti eccellenti per la preparazione dei dolci, un aroma di fondo che ben si sposa con gli altri ingredienti tradizionali della pasticceria e un colore brillante che attira l’attenzione dei più golosi vicino come è, ad esempio, all’arancio dei tuorli d’uova.

Nell’esempio di questa ricetta, in cui vi consiglio caldamente l’uso di una zucca tipo Mantovana o Marina di Chioggia, si ritrova un’interessante modo per valorizzare ancora di più l’aranciata polpa di questa cucurbitacea, qualcosa che potrà sorprendere in positivo molti.
È un dessert molto delicato che mantiene di fondo l’aroma della zucca ma è accompagnato dolcemente dai sentori suadenti e penetranti dell’arancia presente in tre distinte versione, come buccia del frutto fresco, come dolcificante di base, come liquore di profumazione.
La presenza di cannella, cacao e cioccolato bianco non fanno altro che amplificare di più questa suadente presenza e così la zucca da povera protagonista dell’alimentazione contadina di un tempo si trasforma, come succede nella favola di cenerentola, in un nobilissimo e altisonante dolce da fine pasto.
Pasto e menu magari interamente a base di zucca, giusto per dimostrare la grande polivalenza di questo ortaggio.
E chissà magari un menu interamente a base di zucca prendendo le diverse ricette presenti nel blog, come vi ho fatto vedere ieri, potrei anche proporlo inserendo al limite, giusto per differenziare, qualche novità recente sperimentata nelle ultime settimane.
Vedremo, per ora godetevi questo dessert.

 

Flan di zucca all’arancia e cannella con salsina al cacao

Flan di zucca all'arancia e cannella con salsina al cacao 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 450 g di zucca,
  • 60 g di zucchero di canna,
  • 1 piccola stecca di cannella,
  • 1 piccola arancia,
  • 3 uova,
  • 200 g di ricotta,
  • 1 cucchiaio di cacao amaro,
  • 1 cucchiaio abbondante di miele d’arancia o agrumi,
  • 4-5 cucchiai di liquore Grand Marnier,
  • 50 ml circa di latte,
  • 40 g di cioccolato bianco,
  • burro per gli stampini da forno

Preparazione

  1. Mondare la zucca dalla buccia, i filamenti e i semi interni, affettare la polpa pulita, metterla in una casseruola e cuocerla fino a farla diventare tenera a calore medio per circa 10-15 insieme allo zucchero di canna e la stecca di cannella divisa in 2-3 parti.
  2. Quando pronta togliere la cannella tranne un piccolo pezzo (dosarlo secondo i propri gusti, se piace poco togliere del tutto la spezia), intiepidire e frullare finemente la zucca.
  3. Lavare, asciugare e grattugiare 1 cucchiaino abbondante della buccia dell’arancia, sbattere a lungo le uova con la ricotta e la buccia d’arancia, unire i ¾ della purea di zucca e mescolare con cura.
  4. Distribuire il composto in 4 stampini da forno leggermente imburrati e cuocere a 175 gradi nel forno caldo per 25-30 minuti circa.
  5. A parte frullare la zucca rimasta con il cacao amaro, il miele, il Grand Marnier e il solo latte sufficiente a ottenere una fluida salsina, ridurre il cioccolato bianco in sottili scaglie e conservarlo nel congelatore.
  6. Verificare la cottura dei flan con uno stuzzicadenti (se asciutto i flan sono cotti), lasciare consolidare a temperatura ambiente per 15 minuti, sformare su 4 piattini, coprire con la salsina al cacao e servire il dolce tiepido freddo decorando all’ultimo con le scaglie di cioccolato bianco e la polpa dell’arancia rimasta tagliata a fettine.

Tags: , , , ,
Postato in Dolci e Dessert, Ricette Cucina Naturale, Ricette senza Glutine, Ricette vegetariane | 4 Commenti »


4 Commenti per “Suadente dessert di zucca aranciata”

  1. Grado Scrive il Nov 2, 2012 | Replica

    Vorrei provare questa ricetta, però ho la necessità di eliminare le uova e la ricotta. Come posso sostituire questi due ingredienti ? Grazie e complimenti per il blog. Naturalmente ti seguo sempre come abbonata a cucina naturale!

  2. Giuseppe Capano Scrive il Nov 3, 2012 | Replica

    Buongiorno, grazie dei complimenti.
    Allora non è semplicissimo e ci sono diverse opzioni, prova con questa soluzione.
    Cuoci almeno 600 g di zucca (non quindi 450) con la metà dello zucchero e la cannella, trita grossolanamente 200 g circa di tofu e lascialo marinare il più a lungo possibile con lo zucchero non usato nella zucca, la buccia di arancia e poco latte di soia. Un volta frullata la zucca, invece, rimettila sul fuoco (praticamente il passato di zucca) con la punta di un cucchiaino di agaragar sciolto in poco latte di soia cuocendola ancora per 2-3 minuti circa. Frulla il più finemente possibile il tofu e se lo vuoi particolarmente liscio passalo anche al setaccio, la densità deve essere quella di una ricotta soda, se serve versa un altro poco di latte di soia. Unisci a questo punto zucca e tofu, mette negli stampini semplicemente oliati e cuoci in forno ma a bagnomaria, in alternativa puoi anche cuocere a vapore, meglio in una pentola a pressione, dovrebbero bastare 10-15 minuti. In questo caso lascia raffreddare molto bene prima di sformare. Mantieni la salsina prevista nella versione originale o sostituiscila con semplice cioccolato fondente sciolto mettendo magari il liquore nello sformato di zucca. Dovrebbe funzionare bene, ma eventualmente fammi sapere e soprattutto raccontami come è andata se la provi.
    A presto
    Giuseppe

  3. Nadir Scrive il Nov 14, 2012 | Replica

    La versione nel commento potrebbe far comodo anche a me 🙂
    Se la provo ti faccio sapere.

  4. Giuseppe Capano Scrive il Nov 14, 2012 | Replica

    Ciao Nadir,
    era un ipotesi carina come alternativa, se la provi mi fai un gran piacere, mi ero ripromesso di provarla anche io per verificare bene quello che avevo scritto, ma per un bel pezzo credo non avrò tempo utile a diposizione.
    Ovviamente se ti va e riesci, penso comunque sia una buona e valida alternativa, era giusto per scrupolo di verifica.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento