Un corso di cucina speciale con gli scarti di cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 13 giugno 2017 – 22:55 -

Locandina festival dell'ambiente 2017 - 518Alla fine non ho fatto in tempo a preparare il post con la ricetta a base di ciliegie che preannunciavo ieri, dovrete attendere domani e credo sarà una bella sorpresa, per chi me lo chiedeva si tratta di un piatto salato in cui le ciliegie contribuiscono bene alla riuscita finale malgrado la comprensibile perplessità di molti!
Nell’attesa vi segnalo un evento che mi vedrà coinvolto sabato prossimo, la mattinata del 17 giugno alle ore 11,00, presso un paese vicino a dove abito qui in Trentino, una bella iniziativa che pone al centro dell’attenzione i temi ambientali e tutti i relativi risvolti.

Si tratta del “Festival dell’ambiente” di cui sotto metterò una presentazione mirata e al cui interno si terranno numerose iniziative parallele.
Tra cui la mia appunto, un corso di cucina particolare intitolato “Scarti alimentari: tesori di cucina e salute” dove protagonisti dei piatti come avrete intuito saranno quelle parti del cibo che di solito vengono considerate scarti senza alcun valore.
Del resto non è certo una novità constatare come molte parti degli alimenti che erroneamente consideriamo solo come rifiuti inutili possono diventare elementi preziosi per creare e valorizzare piatti e ricette.
Senza considerare gli apporti di salute che ci possono portare perché spesso i nutrienti più preziosi si trovano proprio nelle parti esterne che scartiamo.
Non sono ovviamente l’unico che si occupa di questo tema, prima di me molti altri bravi professionisti lo hanno affrontato con intelligenza.
Ma in questa occasione toccherà a me dare un personale contributo e visione, una dimostrazione pratica delle delizie che è possibile realizzare con bucce, foglie e altre parti di ortaggi e frutta normalmente buttati via.
A cominciare da un ottimo “Orzo con pesto di foglie di ravanelli e sedano alle mandorle”, per passare da una “Vellutata fine con foglie e rizomi esterni di finocchio” (gli ultimissimi di stagione qui in montagna), con un intermezzo di una speciale insalatina improvvisata e un finale con dei “Biscottini alle bucce di frutta con cioccolato”.
Spero di riuscire a fare foto interessanti così poi vi parlerò dell’esperienza nei dettagli qui sul blog presentando se tutto va bene almeno una delle ricette.
Ma se siete dalle parti di Trento provate a passare così le vedrete tutte in diretta!!!
Ora la presentazione del festival per inquadrare al meglio i temi toccati, se volete conoscere tutti gli appuntamenti visitate il sito a questo indirizzo.
“Il progetto si propone di sensibilizzare la cittadinanza sull’acquisizione di comportamenti responsabili e sostenibili in virtù dello sviluppo di una nuova cultura della sobrietà e della solidarietà, contribuendo in questo modo anche alla salvaguardia dell’ambiente.
L’educazione alla sostenibilità supporta e rende più efficaci e partecipate le politiche di sviluppo sostenibile nei diversi settori.
E’ importante diffondere una cultura ambientale che integra e orienta le diverse attività attraverso nuove conoscenze, consapevolezze e comportamenti individuali e collettivi.
Uno strumento di innovazione è proprio quello dell’educazione alla sostenibilità che si unisce ad altre strategie di innovazione trasversali quali partecipazione, semplificazione, trasparenza, pari opportunità, digitalizzazione, e che si raccorda con il riordino istituzionale e la spending review della pubblica amministrazione.
Di fondamentale importanza sarà la rete tra le varie realtà coinvolte, ognuna con la propria sensibilità e competenza, creando così una rete virtuosa tra Comuni in ambito del riuso e del risparmio a favore dell’ambiente e del territorio che ci circonda.”

Locandina corso scarti alimentari 518


Tags: , , ,
Postato in Corsi di cucina e incontri, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento