Un micro cereale in chicchi

Scritto da Giuseppe Capano il 29 giugno 2016 – 23:32 -

Teff chicchi cotto 318In questi giorni sono continuamente tra la scrivania, il computer, la cucina e i fornelli impegnato a scrivere un nuovo libro sui cereali in chicchi e le applicazioni pratiche alimentari.
Quindi prove, assaggi, verifiche di cotture e procedure, poi elaborazione testuale con attenzione alle spiegazioni, ai dettagli, ai suggerimenti d’uso, alle possibile alternative o variazioni tenendo ben presente la natura specifica di ciascun prodotto che come gli esseri umani può sembrare simile mentre in realtà è sempre diversa.

Una diversità che in cucina non è sinonimo di intolleranza o insofferenza come avviene spesso nella nostra società, qui è proprio il contrario la diversità è un continuo arricchimento e stimolo a nuove visioni organolettiche.
Ho famigliarità con i cerali in chicchi da sempre e li conosco come vecchi e fraterni amici, con loro è stato un piacere creare, realizzare e degustare ottimi piatti di ogni tipo.
Esiste però in cucina una regola universale che non risparmia nessuno, racconta che non si finisce mai di imparare, scoprire, provare, sentire, capire.
Per quanto si pensi di sapere già tanto molto di più c’è ancora da far proprio e sempre c’è qualcuno che può insegnarti qualcosa.
Così all’interno dei cerali in chicchi ammetto di non aver preso mai gran confidenza con il Teff in chicchi, con la sua farina si ma con il padre della farina praticamente mai.
Comprato il cereale ho allora iniziato a sperimentare verificando cottura, gestione e possibili applicazioni utili per i piatti del libro e per futuri manicaretti di vario tipo.
Vedete in foto il minuscolo cereale, credo sia il più piccolo al mondo in assoluto pena eventuali smentite, praticamente i chicchi integrali potrebbero essere una sorta di semola tanto sono micro.
Sembrava già piccolo l’amaranto, ma questo lo batte alla grande!!!
Per la cottura ho preferito abbondare in idratazione, così piccolo può dare l’impressione di aver bisogno di poca acqua per la sua buona cottura, ma non bisogna dimenticare che si tratta pur sempre di un cereale integrale.
Quindi proporzione seguita quella di 4 parti di acqua (o liquidi in generale, ottimo anche un buon brodo vegetale) per una parte di cereale senza alcuna necessità di ammollo preliminare.
Tempo circa 20 minuti fino ad assorbimento del liquido non totale però perché man mano che passa il tempo dal cereale si forma una sorta di gel aggregante che unisce i vari chicchi pur lasciandoli distinti.
Se avete presente un po’ come capita quando fate una polenta con farina grossa, le parti macinate si uniscono e diventano crema densa a cui prestare massima attenzione verso fine cottura.
Una volta pronta poi si può stendere e lasciare raffreddare in modo da compattarsi, da qui si parte per tante diverse applicazioni.
Ma ve ne parlo meglio domani raccontandovi anche caratteristiche e pregi di questo cereale in chicchi ancora poco conosciuto da noi!

Teff chicchi crudo 518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Cibo, Mondo alimentare | 4 Commenti »


4 Commenti per “Un micro cereale in chicchi”

  1. Ljuba Scrive il giu 30, 2016 | Replica

    Ciao, Chef Giuseppe!
    Mi piace molto miglio e lo uso spesso in cucina. Aspetto il tuo prossimo post, come tutti i tuoi precedenti, tutti interessanti. Nei ultimi tempi sono un po in ritardo a leggere i tuoi articoli, spero di poter recuperare. Sei bravissimo, ancora grazie per dividere la tua passione e il tuo lavoro con noi.

  2. Giuseppe Capano Scrive il giu 30, 2016 | Replica

    Buonasera Ljuba,
    è un piacere risentirti e naturalmente sentire il tuo apprezzamento generoso.
    Il fatto che trapeli la mia passione per la cucina e la buona salute mi incoraggia molto a proseguire così e magari a fare meglio di così!!!
    Grazie ancora e a presto!
    Giuseppe

  3. Ljuba Scrive il lug 6, 2016 | Replica

    Scusami Chef Giuseppe, si vede, che “avevo in testa miglio” e poi dalla foto a prima vista mi sembrava miglio. Invece non e’ e lo hai spiegato anche molto bene che e’ un micro cereale Teff. Non ho mai sentito ne letto di questo micro cereale. Davvero interessante. Grazie!

  4. Giuseppe Capano Scrive il lug 6, 2016 | Replica

    Ciao Ljuba,
    non preoccuparti per così poco.
    Se ti capita di trovare e usare il Teff poi fammi sapere se ti è piaciuto!
    E se hai bisogno di consigli non farti problemi!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento