Un orzotto per festeggiare una lunga e meritata meta

Scritto da Giuseppe Capano il 4 luglio 2014 – 23:58 -

Orzotto allo zafferano con crema di piselli 318Preso dal turbinio dei tanti impegni di lavoro non ho trovato il tempo fino ad ora di parlarvi di un bel evento avvenuto ormai ben un mese fa.
Il 5 giugno si è ufficialmente celebrato un doppio evento a me molto caro visto che coinvolgeva la casa editrice per la quale lavoro da più di 20 anni e con cui ho condiviso molte soddisfazioni!

Da un lato si celebravano gli ammirevoli 50 anni di attività di questa casa editrice, un lustro notevole, che ha sempre mantenuto uno stile e una linea editoriale che non temo di definire altamente invidiabile in quanto a correttezza e rispetto per la produzione degli autori che ne sono stati coinvolti.
Allo stesso tempo e proprio in previsione di questa meta si inauguravano ufficialmente i nuovi uffici operativi con una splendida terrazza sommitale da cui si domina tutta la città di Milano.
Mi ha molto onorato devo dire l’invito più che insistente dell’editore perché fossi io a presenziare e condurre uno show cooking di cucina in cui rappresentare alcuni dei miei piatti e di riflesso lo stile che la mia amata rivista, Cucina Naturale, porta avanti da decenni.
Così il 5 giugno all’interno dei nuovi spazi della casa editrice ho tenuto il mio mini corso di cucina presentando due piatti e due ricette complementari.
La prima più articolata e complessa avendo al suo interno una serie di passaggi chiave distinti, la seconda più semplice e lineare, ma con maggiore esaltazione della materia prima utilizzata.
È andato tutto molto bene, clima piacevole, persone molto interessate e una serie di riprese che diventeranno presto un video ospitato all’interno del portale madre di questo blog, il sito di Cucina Naturale.
Oggi vi presento la prima ricetta che come dicevo è articolata e più complessa (lo intuirete già dal lungo nome!), ma posso garantirvi che ne vale proprio la pena come forse si può già capire dalla foto tratta direttamente dalle riprese video delle quali devo ringraziare Oxana Selari di Tecniche Nuove.
Riprende una ricetta per me storica e forse già presentata in altra veste su questo blog, qui c’è un accompagnamento molto particolare della crema di piselli (purtroppo ormai fuori stagione) insieme a un altro mio classico, le cipolle rosse in agrodolce, e una semplice ma efficace decorazione finale.
Spero gradirete quanto hanno gradito gli spettatori diretti della serata!
Che inutile dire hanno assaggiato e divorato i piatti tanto da non lasciarmi il tempo neanche di fotografarli da me!!!

 

Orzotto allo zafferano con crema di piselli verdi alla maggiorana, polvere di mandorle tostate, sesamo nero e cipolle rosse in agrodolce

Orzotto allo zafferano con crema di piselli 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cipolla bianca o dorata,
  • 200 g d’orzo perlato,
  • 125 ml di buon vino bianco,
  • 1 bustina di zafferano,
  • 2 l abbondanti di buon brodo pronto,
  • 3 spicchi d’aglio,
  • 300 g di piselli sgusciati, maggiorana secca,
  • 3 cipolle rosse medie, alloro secco,
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna,
  • 2-3 cucchiai di aceto,
  • polvere di mandorle tostate,
  • semi di sesamo nero,
  • pistilli di zafferano,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare e tritare la cipolla, rosolarla per 6-7 minuti a calore medio basso insieme ad alcuni cucchiai d’olio d’oliva, unire l’orzo, insaporirlo brevemente, bagnarlo con il vino bianco e lasciarlo evaporare.
  2. Abbassare la fiamma, aggiungere lo zafferano e versando poco brodo caldo per volta cuocere il cereale per 25-30 minuti circa
  3. Sbucciare gli spicchi d’aglio, tagliarli a fette e metterli in una casseruola dal fondo spesso, rosolarli per alcuni minuti a calore basso insieme a 2-3 cucchiai di olio, aggiungere i piselli, salarli e cuocerli sempre a calore basso per 15-20 minuti fino a renderli teneri, se necessario versare poco brodo vegetale.
  4. Frullare i piselli con gli spicchi d’aglio e un pizzico di maggiorana secca.
  5. Sbucciare le cipolle rosse, tagliarle in 4-6 spicchi a seconda della grandezza facendo attenzione a lasciare attaccato a ogni spicchio la radice che tiene insieme le foglie, metterle in una padella insieme a poco olio, un poco di alloro secco sbriciolato e un pizzico di sale, coprirle e iniziare a rosolarle da sole a calore basso per 5-10 minuti. Aggiungere alle cipolle rosolate lo zucchero di canna, cuocerle per altri 5 minuti e versare l’aceto lasciando sul fornello il tutto per mezzo minuto, spegnere, lasciare intiepidire e sfogliare ogni spicchio.
  6. In grandi piatti tondi piani disporre nella parte più esterna in cerchio foglie singole di cipolle rosse in agrodolce come se si trattasse di petali di fiori, in mezzo mettere l’orzotto allo zafferano con l’aiuto di un cucchiaio o un cerchio ad anello.
  7. Riempire una sacca da pasticceria con bocchetta rigata e formare tra un petalo e l’altro di cipolla rossa un fiocco verde, allungare la restante purea di piselli con il brodo sufficiente a ottenere una crema morbida da disporre nel centro dell’orzo dopo aver formato con un cucchiaio uno spazio libero.
  8. Decorare con semi di sesamo nero, pistilli di zafferano e polvere di mandorle tostate.


Tags: , , , ,
Postato in Cucina Naturale, Eventi, Primi, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Tecniche Nuove | 2 Commenti »


2 Commenti per “Un orzotto per festeggiare una lunga e meritata meta”

  1. Giuseppe Scrive il lug 7, 2014 | Replica

    Chef non viene mai dalle parti di Torino per corsi di cucina?

  2. Giuseppe Capano Scrive il lug 7, 2014 | Replica

    Ciao Giuseppe,
    per ora non ho in previsione nulla, ci sono stato nel novembre scorso per un corso particolare all’interno di un evento a numero chiuso.
    Ho qualche contatto da quelle parti, se si concretizza qualcosa cerco di renderlo noto il prima possibile.
    Buona giornata.

Aggiungi un commento