Una buona torta di asparagi

Scritto da Giuseppe Capano il 20 aprile 2012 – 22:32 -

orta di asparagi e stracchino all'emiliana - particolareVisto che sono reduce da giorni intensi in cui ho incrociato impasti di ogni tipo e visto che finalmente è arrivata la magnifica stagione degli asparagi rispolvero oggi una mia vecchia ricetta di torta salata che li vede pienamente protagonisti.
La ricetta è uscita ben otto anni fa su Cucina Naturale e ve la trascrivo tale e quale, anche se alla luce delle mie successive esperienze se dovessi rifarla cambierei alcune cose.

E magari ve le racconto in diretta visto che ci siamo, vediamo come renderla più attinente ai temi più strettamente salutistici, anche se lo premetto il piatto è ottimo già così, diciamo che faccio un po’ il critico di me stesso.
A ben pensarci penso che aprirò un nuovo filone di post sul blog teso e ripresentare ricette passate mettendone in luce i possibili aggiornamenti in base ai criteri che mi verranno via via in mente, siano salutistici, di diverso abbinamento o magari di risposta a vostre sollecitazioni.
Tornando alla ricetta il primo cambiamento che potremmo fare è quello di usare buon olio extravergine di oliva nell’impasto invece del classico burro, potrebbero bastare 3-4 cucchiai, la pasta sarebbe molto più profumata grazie all’olio e croccante.
Di contro meno friabile e più difficile da cuocere a vuoto, i bordi tenderebbero a ricadere su se stessi non essendoci il burro che facilità l’adesione della pasta alle pareti della tortiera, per questo motivo suggerisco di ricorrere al trucco classico di mettere sula pasta stesa un foglio di carta da forno e su di esso dei legumi secchi.
Del resto precuocere la pasta prima è importante per non rischiare di lasciarla cruda, come spesso succede e in pochi se ne accorgono.
Invece per alleggerire la farcia potremmo anche evitare lo stracchino aumentando di 100 grammi gli asparagi e portando a 3 le patate, l’unica cosa a cui fare attenzione è quella di non frullare asparagi e patate perché senza il formaggio la farcia rimarrebbe collosa, meglio usare un classico passaverdura con dischi fini.
Insomma se avete voglia provate le varianti e poi ditemi le vostre impressioni.

 

Torta di asparagi e stracchino all’emiliana

Torta di asparagi e stracchino all'emiliana grande

Ingredienti per 4 persone:

  • 180 g di farina bianca,
  • 50 g di burro,
  • 500 g di asparagi freschi,
  • 2 piccoli scalogni,
  • 2 patate medio piccole,
  • 175 g di formaggio stracchino,
  • pepe bianco in grani,
  • poco burro e farina per la tortiera,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Disporre la farina a fontana, aggiungervi il burro ammorbidito a pezzi, un pizzico di sale e acqua quanto basta per formare un composto omogeneo da coprire e lasciare riposare almeno 40 minuti.
  2. Nel frattempo mondare gli asparagi dalla parte finale dura, lavarli con cura e scottarli per 5-6 minuti a vapore o in poca acqua bollente salata, intiepidirli, separare le punte e tagliare il resto del gambo a dadini.
  3. Sbucciare e tritare finemente gli scalogni, sbucciare le patate, lavarle e tagliarle in piccoli dadini, imburrare e infarinare una tortiera da 28 cm circa.
  4. In una padella antiaderente rosolare lentamente per 7-8 minuti a fuoco basso gli scalogni tritati con 2-3 cucchiai d’olio d’oliva e una volta pronti aggiungere le patate e gli asparagi preparati in precedenza.
  5. Salare leggermente, coprire, cuocere inizialmente per 5 minuti, bagnare con 1 bicchiere d’acqua e continuare la cottura per altri 15 minuti circa.
  6. Frullare il composto insieme allo stracchino fino a ottenere una farcia morbida da rendere eventualmente più fluida con l’aggiunta di poca acqua di cottura degli asparagi, assaggiarla di sale e peparla a piacere.
  7. Stendere sottilmente l’impasto di farina e adagiarlo nella tortiera lasciando un bordo doppio di 1 cm abbondante, bucarlo, cuocerlo in forno caldo a 180 gradi per 15-18 minuti e intiepidirlo.
  8. Mettere la farcia di patate sul fondo della pasta semi cotta, cuocere in forno caldo per altri 5-6 minuti, distribuire sopra a fantasia le punte di asparagi e servire la torta sia calda che tiepida.

Tags: , ,
Postato in Ricette Cucina Naturale, Ricette riviste, Ricette vegetariane, Secondi | 4 Commenti »


4 Commenti per “Una buona torta di asparagi”

  1. Nadir Scrive il Apr 21, 2012 | Replica

    Bella, e con la rivisitazione che hai proposto è praticamente vegan… sicuramente buona, appena riesco la provo, appena ricompro gli asparagi che ho finito in settimana rifacendo una ricetta tratta da un tuo libro, e adattandola ai miei gusti, e mi ha soddisfatto in pieno.
    Ti auguro un buon fine settimana, alla prossima 🙂

  2. Giuseppe Capano Scrive il Apr 21, 2012 | Replica

    Grazie Nadir, buon fine settimana anche a te, raccontami però quando hai voglia anche della ricetta tratta dal libro che hai adattato ai tuoi gusti, sono curioso.
    A presto
    Giuseppe

  3. Nadir Scrive il Apr 22, 2012 | Replica

    questo il link della ricetta che ho realizzato,

    http://nadirblog.blogspot.it/2012/04/taccole-ed-asparagi.html

    e ripeto veramente buona, il libro è “Perché essere quasi vegetariani” che sfrutto da almeno una decina d’anni.
    Ciao e buona domenica 🙂

  4. Giuseppe Capano Scrive il Apr 22, 2012 | Replica

    Grazie, sono andato a vedere, buona interpretazione della ricetta e buon uso di un libro che ritengo eccellente, ma che purtroppo la casa editrice ha di fatto affossato non credendo nella sua validità. Soprattutto Franco Travaglini (il coautore) ha scritto cose che tutti dovrebbero leggere e su cui dovrebbero riflettere e molto. Un vero peccato. Ma almeno mi consolo sapendo che chi ha comprato il libro ne sta facendo un ottimo uso.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento