Una focaccia a valorizzare l’aglio, oltre all’olio e al rosmarino

Scritto da Giuseppe Capano il 16 dicembre 2012 – 23:14 -

Focaccia di ceci al rosmarino e aglio 318Parlavo venerdì nell’ultimo post della mia particolare predilezione per l’aglio, aroma di base amato e odiato, ma dall’indubbia personalità e capacità di insaporire con forza le pietanze che vi entrano in contatto.
Sul blog non ho avuto particolari reazioni, ma su facebook dove ho segnalato il post in molti hanno espresso le loro chiare opinioni.

Che sono state in realtà tutte positive anche quando si ammetteva una sua precaria digeribilità, certo è una sorta di sondaggio molto, molto piccolo e significativo però mi da l’idea che questo benedetto aglio sia più amato che odiato, con mio grande piacere.
Comunque nell’ultima parte del post raccontavo di come l’aglio si abbina bene alle erbe aromatiche, in particolare a quelle di impronta mediterranea e ancora più in particolare con il mitico e profumato rosmarino.
Che insieme alla salvia è l’erba con il più alto tasso di abbinamento con l’aglio nella mia cucina perché la forza di sapori che così si sprigiona è di un fascino irresistibile.
Pensando a questo mi è tornata in mente una vecchia versione di focaccia che avevo creato diversi anni fa in cui l’aglio e il rosmarino riuscivano a dare un impronta inconfondibile alla semplice unione di acqua, farina, lievito.
Il metodo di lievitazione è diretto perché faceva parte di un articolo impostato in questo modo, ma nulla toglie di usare un buon lievito madre, allungare la lievitazione e godere meglio dei sapori complessivi.
Nell’impasto oltre alla farina di frumento c’era una percentuale di farina di ceci che contribuisce a dare ulteriore personalità alla focaccia, come variante ci vedrei bene anche della farina di grano saraceno o una buona integrale di farro.
Poi se si vuole esagerare anche delle belle olive da metterci sopra, ma vi basta sapere che un elemento per nulla trascurabile che sa valorizzare al meglio gli aromi e l’impasto di questa focaccia è l’immancabile e insuperabile olio di olive senza il quale molte delle mie preparazioni nascerebbero orfane e resterebbero sconsolate!!!

 

Focaccia di ceci al rosmarino e aglio

Focaccia di ceci al rosmarino e aglio 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di farina bianca,
  • 75 farina ceci,
  • 12 g di lievito di birra,
  • 1 cucchiaino scarso di sale fino,
  • 200 ml circa di acqua,
  • 1 grande rametto di rosmarino fresco,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Conservare da parte un cucchiaio di farina bianca e setacciare la restante, metterla a fontana su una spianatoia lasciando un largo buco centrale, mescolare il lievito nell’acqua tiepida fino a scioglierlo completamente (per una consistenza più morbida e soffice si può provare a usare metà acqua naturale e metà frizzante).
  2. Versare il liquido all’interno del buco e raccogliendo man mano la farina dalla parte interna impastare gli ingredienti a lungo utilizzando le dita e i palmi delle mani.
  3. Il quantitativo d’acqua è in relazione alle caratteristiche delle farine, per lo stesso peso può essere inferiore o maggiore, per precauzione non si introduce subito tutta l’acqua (ne basta conservare meno di 1/5) valutando successivamente la sua reale necessità.
  4. Ottenuto un impasto uniforme batterlo energicamente sul tavolo per migliorare l’amalgama e a questo punto aggiungere il sale mescolato con la farina tenuta da parte e 1-2 cucchiai di acqua continuando a mescolare fino a far assorbire dalla pasta anche questi ingredienti.
  5. Incidere con una croce superficiale l’impasto e metterlo in un largo e alto contenitore con coperchio, potrebbe andare bene anche una pentola in terracotta o acciaio, avvolgerlo con un panno e lasciarlo lievitare per almeno 90 minuti.
  6. Nel frattempo lavare e asciugare il rosmarino recuperando tutte le foglioline, sbucciare l’aglio, tritare insieme i due ingredienti e scaldarli a bagnomaria per 5 minuti abbondanti insieme a 4-5 cucchiai d’olio.
  7. Impastare nuovamente la focaccia lievitata con 1/3 dell’olio aromatico e lasciarla lievitare per altri 30 minuti, stenderla nella teglia ungendola in superficie con il restante olio infossato con le dita sulla pasta morbida e dopo ulteriori 30 minuti cuocerla nel forno caldo a 200 gradi per 20 minuti circa.

Tags: , , ,
Postato in Antipasti, Impasti, Ricette Cucina Naturale, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | 2 Commenti »


2 Commenti per “Una focaccia a valorizzare l’aglio, oltre all’olio e al rosmarino”

  1. Michele Tuveri Scrive il Dec 17, 2012 | Replica

    ciao Giuseppe, evviva l’aglio 🙂 mi piace crudo, bollito (sughi e minestre) e soffritto. Elimino sempre il germoglio interno, se c’e’, perché mi pare di un altro sapore. Crudo sulle bruschette (e adesso c’è l’olio nuovo) è spettacolare, lo uso anche pestato con yogurt, aceto, sale, curcuma, semi di lino pestati e olio come salsina multiuso. Le accoppiate con salvia e rosmarino sono patrimonio gioioso dell’umanità e, con i legumi, ho sempre visto, almeno nella cucina toscana, rosmarino con i ceci e salvia con i fagioli. Un’altra accoppiata per me imperdibile è con il prezzemolo crudo, sia come base per salsine (crudo anche l’aglio) che in sughi e minestre. In questo caso ricorda sapori di mare, anche senza ingredienti di mare. E mi vengono in mente le marinature di melanzane arrosto e simili, con origano e aceto. Negli orti sinergici, anche solo come pianta, assieme alla cipolla, fa scudo alle altre piante contro i parassiti. Come fare senza aglio? 🙂
    buona giornata
    michele

  2. Giuseppe Capano Scrive il Dec 17, 2012 | Replica

    Ciao Michele,
    hai fatto degli ottimi esempi di abbinamento con l’aglio che ne fanno capire pienamente l’importanza e la grandezza in cucina.
    Confermo comunque, come fare a meno dell’aglio??
    Buona giornata a te.
    Giuseppe

Aggiungi un commento