Una ricetta come omaggio a uomini giusti

Scritto da Giuseppe Capano il 8 settembre 2013 – 22:06 -

Couscous in agrodolce africano 318No non mi sono dimenticato di Angelo, la ricetta promessa è qui e la leggerete più avanti, si è trattato di un ritardo diciamo strutturale, emergenze improvvise da risolvere.
Del resto per scrivere di cose così importanti (almeno per me) bisogna che ci sia il momento giusto e la calma del sospiro adeguata, altrimenti se deve essere solo una facciata di apparenze è inutile.

La ricetta è ricca, molto significativa e molto recente, proviene direttamente dal corso di cucina che il 18 agosto ho tenuto a Grosseto all’interno di Festambiente.
Tema la cucina etnica, ospite d’onore e raccontare gli intrecci tra una cucina del territorio marocchino e la mia personalissima interpretazione (come tutte le interpretazioni sicuramente con qualche pecca per i puristi, ma è normale!) Rachid Berradi campione di corsa in diverse specialità atletiche ben conosciuto da chi si occupa di sport.
E non solo campione di sport, ma anche campione di vita visto che segue con attenzione tutto il mondo che ruota intorno a Libera e in generale ha a cuore i temi sociali e dell’integrazione.
Quante cose straordinarie può arrivare a toccare il cibo, quanto può essere una cura straordinaria la cucina, quanto possiamo aiutare a prevenire usando le sirene sensuali del gusto e dell’irresistibile bontà di un idea diventato succulente invito alla degustazione.
Quanto può essere un omaggio a uomini giusti, come in questo caso.
La ricetta ha quindi questo collegamento ideale, parallele corrono strade di eguale intensità e tratti comuni si riconoscono in più uomini.
Il piatto vive di emozioni, racconti, ricordi, tradizioni, usi, gesti del quotidiano, amore per il cibo e la gente, convinzioni giuste e voglia di ribadirle anche con i semplici ingredienti della terra.
È un grande piacere dedicarlo ad Angelo Vassallo!
Per altro questo è il terzo piatto, l’anno prossimo scegliendo un dolce potremmo arrivare a comporre un piccolo menu completo!
Staremo a vedere, per ora gustatevi questo.

 

Couscous in agrodolce africano

Couscous in agrodolce africano

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 semi di cardamomo,
  • 4 chiodi di garofano,
  • 2-3 rametti di prezzemolo,
  • 1 cucchiaino di pepe in grani,
  • 300 g di couscous precotto,
  • 6 pomodori medio grandi maturi,
  • 20 grandi foglie di menta,
  • 4 carote,
  • 4 cipolle,
  • 4 foglie di alloro,
  • 1-2 cucchiai di zucchero,
  • 2 zucchine,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 50 g di uvetta,
  • aceto,
  • cannella,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Portare a ebollizione 1 l di acqua insieme ai semi di cardamomo interi, i chiodi di garofano, il prezzemolo e il pepe in grani, salare e lasciare cuocere il brodo a calore medio per 25 minuti.
  2. Filtrare il brodo, mescolarne 300 ml abbondanti con 2 cucchiai d’olio, riportare a ebollizione, spegnere la fiamma, aggiungere il couscous, coprire e lasciare riposare per 5 minuti.
  3. Nel frattempo pulire i pomodori e tagliarli in piccoli dadini, condirli con la menta spezzettata finemente, un pizzico di sale e poco olio, pulire le carote tagliarle per il lungo, sbollentarle e saltarle in padella alcuni minuto con olio, sale e cannella.
  4. Sbucciare le cipolle e tagliarle in spicchi, rosolarle in olio, sale e foglie di alloro fino a dorarle, aggiungere un poco di zucchero e sfumare con poco aceto.
  5. Lavare le zucchine, tagliarle a cubetti e saltarle in padella per 10 minuti con l’aglio tritato, un poco di olio e l’uvetta tenuta a bagno per 20 minuti.
  6. Stendere il couscous su un vassoio e con una forchetta sgranarlo e raffreddarlo, condirlo con i pomodori alla menta, le carote alla cannella, le cipolle in agrodolce e le zucchine all’uvetta.


Tags: , , , , , , ,
Postato in Cucina etica, Ricette etniche, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane | Nessun commento »

Aggiungi un commento