Una ricetta da riconvertire con le prossime erbe di campo

Scritto da Giuseppe Capano il 25 marzo 2013 – 17:22 -

Spinaci in agrodolce con salsina al limone e patate croccanti 318Raccontavo ieri dell’attesa delle mie amate erbe di primavera, come dicevo ne ho avuto un’anteprima, ma le reali e in quantità arriveranno fra diversi giorni, dobbiamo dare il tempo al sole di “lavorarci” per benino!!
Però nel frattempo mi è venuta in mente una ricetta che vorrei “ricostruire” e proporre in chiave nuova basandola su qualche buona erba di campo rinforzata magari da qualche aromatica dalla spiccata personalità.

Devo aspettare, appunto, nulla vieta comunque di cominciare a raccontarvi della ricetta di origine, nata tanti anni fa per giocare sui contrasti morbido e croccante in contrapposizione a agro e dolce.
Di base gli spinaci che sono proprio quelli da sostituire nelle mie intenzioni “erbose”, scelti allora per tenere in risalto il valore ottimale delle verdure nell’alimentazione proponendoli con qualche chiave diversa.
L’accompagnamento primo è stato una semplicissima salsina in cui far spiccare l’aroma di limone a rappresentare una nuova veste dell’agro in contrapposizione con il dolce dell’uvetta.
Poi per completare il tutto ci voleva un elemento del tutto diverso, stuzzicante e quasi provocante rispetto al resto, ma in particolare che fornisse il contrasto giusto tra morbido e croccante.
Ecco quindi le patate usando la tecnica della frittura che in questa ricetta rappresenta la sua essenza più funzionale e pregevole.
Essere in basse dosi elemento di valorizzazione incontrastato di altri alimenti vegetali che grazie a questa presenza diventano irresistibili anche per i palati più difficile e diffidenti.
Un bel racconto e un bel riscatto per quella tecnica di cottura che ancora oggi si porta dietro un immeritato titolo di negatività e nocività.
Una mia battaglia contro l’ignoranza diffusa tanto che mi sono prodigato per scriverne un libro a difesa.
Ma in questo post non vado oltre, vi lascio invece alla ricetta, in attesa della sua nuova riformulazione.
A proposto se avete suggerimenti sono qui!!

 

Spinaci in agrodolce con salsina al limone e patate croccanti

Spinaci in agrodolce con salsina al limone e patate croccanti 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di uvetta secca,
  • 500 g di spinaci freschi già puliti,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 100 ml di panna di soia,
  • 250 g di patate novelle,
  • carta assorbente,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno l’uvetta in acqua tiepida per 20 minuti circa, scolarla e tritarla grossolanamente.
  2. Lavare gli spinaci, lessarli per 5 minuti con la sola acqua di lavaggio, scolarli, intiepidirli, strizzarli e tritarli, sbucciare l’aglio e schiacciarlo, rosolarlo brevemente 2-3 cucchiai d’olio, aggiungere spinaci e uvetta e lasciare insaporire per 5 minuti salando appena.
  3. Preparare la buccia di limone e mescolarla con la panna di soia, sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a julienne, asciugarle perfettamente e friggerle in abbondante olio fino a renderle dorate, scolarle su carta assorbente in modo da far assorbire l’olio in superficie.
  4. Mettere al centro di 4 piattini gli spinaci caldi privati dell’aglio e pressati in uno stampino, coprirli con la panna di soia al limone calda di ricotta e completare con le patate croccanti.


Tags: , , ,
Postato in Antipasti, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Scuola | 2 Commenti »


2 Commenti per “Una ricetta da riconvertire con le prossime erbe di campo”

  1. lucy Scrive il mar 26, 2013 | Replica

    anche io adoro le verdure primaverili e le erbette che adoro andar raccogliere per i campi ma quest’anno si fanno desiderare!ottima ricetta

  2. Giuseppe Capano Scrive il mar 26, 2013 | Replica

    Hai ragione Lucy,
    quest’anno sembra propria dura, l’attesa è ancora lunga, l’unica consolazione è che quando il clima si deciderà a fare il suo lavoro ci sarà un esplosione di erbe incredibile, da perderci la testa!!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento