Una ricetta di couscous per la primavera in arrivo

Scritto da Giuseppe Capano il 14 marzo 2017 – 23:32 -

Couscous rosso in forma con fave 318Parlando del couscous nel mio penultimo post ero rimasto con la promessa di una ricetta a base di questo ottimo e pratico prodotto derivato dai cereali, così ho ripreso in mano un piatto provato in occasione dell’inizio della scorsa primavera.
Quando le fave fresche hanno iniziato a circolare per i mercati e si sono rese disponibili nella loro stagione di elezione per deliziare i palati di chi ama questi legumi ben sapendo tutto il buono e il sano che portano all’organismo.

Visto che questa primavera è ormai alle porte la ricetta è proprio intonata alla scopo, vi basterà prepararvi con la lista della spesa in mano e aspettare le nuove fave stagionali!!!
Naturalmente potete usare anche delle fave congelate, sono un buon prodotto e non mi formalizzo in tal senso se vengono lavorate a regola d’arte, ma potete stare certi che la bontà di quelle fresche è un’altra cosa!
In ogni caso le fave vengono lessate e poi profumate con quell’eccellente erba aromatica che dai miei vasi è già spuntata sentendo i primi caldi arrivare, l’erba cipollina.
Chi ne amplifica i sentori, come sempre, è l’amato e potente olio delle olive che come da tradizione predilige particolarmente le fave.
Quello che invece da colore alla semola è una combinazione tra pomodori secchi sottolio e anacardi la cui funzione è quella di amalgamare in una crema unica i pomodori frullati.
Una delle tante prerogative della frutta secca che non finisce mai di sorprendere per le sue virtù, in cucina come per la salute e la prevenzione di numerose patologie.
Per il resto la preparazione è molto semplice e così è stata voluta, ma può essere arricchita facilmente e a piacimento con tutto quello che può ispirare.
Formaggio, altri ortaggi di stagione, pesce per chi ama consumarlo o all’opposto del buon tempeh tagliato a cubetti e saltato in padella con olio e la stessa erba delle fave.
Ecco la ricetta, a voi il piacere di interpretarla o gustarla come è nata!!!

 

Couscous rosso in forma con fave

Couscous rosso in forma con fave 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 25 g di anacardi non salati,
  • 300 g di fave fresche sgusciate,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 200 g di couscous integrale precotto,
  • 100 g circa di pomodori secchi sottolio,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno gli anacardi in una tazza con dell’acqua tiepida per almeno 4 ore a temperatura ambiente.
  2. Lessare le fave in acqua bollente per 5 minuti circa, scolarle con una schiumarola conservando l’acqua di cottura, metterle in un recipiente pieno di acqua fredda.
  3. Dopo qualche minuto sbucciarle, metterle in una ciotola, condirle con l’erba cipollina lavata e tagliuzzata finemente, poco sale e 2 cucchiai d’olio.
  4. Portare a ebollizione 200 ml di acqua di cottura delle fave, spegnere la fiamma, aggiungere il couscous e lasciarlo reidratare per 5 minuti abbondanti, quindi stenderlo su un vassoio e sgranarlo.
  5. Scolare con cura i pomodori dall’olio e metterli in una caraffa, aggiungere gli anacardi scolati dalla loro acqua e frullare versando poca acqua di cottura delle fave in modo da creare una cremina fluida e rossa.
  6. Condire il couscous pronto regolando di sale, pressarlo in piccoli stampini festonati e capovolgerlo al centro dei piatti.
  7. Saltare velocemente in padella le fave condite e metterle sopra i tortini di couscous, decorare con anacardi e fili di erba cipollina.

Tags: , , , ,
Postato in Primi, Ricette di stagione, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | 2 Commenti »


2 Commenti per “Una ricetta di couscous per la primavera in arrivo”

  1. Michele Tuveri Scrive il Mar 15, 2017 | Replica

    buongiorno Giuseppe,
    come alternativa al cous cous, per variare, uso la fregola, che trovo in Sardegna. Mi pare che si tratti piu’ o meno della stessa cosa, con la differenza che la fregola, durante la sua preparazione, è passata al forno per una specie di veloce tostatura finale. Corretto?
    Purtroppo non potro’ masticare per una settimana (nulla di grave), vuol dire che provero’ la ricetta fra qualche giorno.
    grazie e a presto
    michele

  2. Giuseppe Capano Scrive il Mar 15, 2017 | Replica

    Buongiorno Michele,
    si tutto corretto, sono prodotti fratelli che per una di quelle combinazioni straordinarie nel mondo del cibo si sono sviluppati in parallelo con alcune piccole differenze come quelle descritte da te.
    Auguri per il tuo decorso, quando la provi fammi sapere!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento