Una ricetta per conciliare il sonno

Scritto da Giuseppe Capano il 31 marzo 2015 – 23:55 -

Riso jasmine al limone con pesce gratinato e asparagi 318Continuo a parlare un po’ della ricerca scientifica sul sonno a cui accennavo nel post di ieri e che mi è sembrata molto interessante, soprattutto per la sua diretta relazione con il cibo.
Un altro aspetto evidenziato dai ricercatori canadesi è stato la constatazione che quanto più il momento del consumo del cibo era lontano dal riposo notturno, tanto più i sogni erano vividi e lucidi.

In pratica il fatto di mangiare molto presto all’ora di cena, consumare preparazioni leggere e facilmente digeribili, fare attenzione al contributo salutistico del cibo consumato determina una qualità del sonno e una qualità dei sogni nettamente migliore.
Un altro aspetto interessante dell’articolo del Corriere, che mi ha colpito in maniera particolare essendo autore di un libro proprio sull’argomento, è stato il ruolo al contrario dell’indice glicemico.
Ovvero generalmente il consiglio è quello di consumare il maggior numero di preparazioni con un indice glicemico basso perché questo porta a numerosi vantaggi e soprattutto consente di fare una forte prevenzione attiva rispetto a molte patologie collegate all’alimentazione, in primo luogo il diabete.
Ma nel caso del sonno sembra che il concetto vada ribaltato secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition in cui a un gruppo di adulti sani sono stati fatti consumare due pietanze di riso.
La prima a basso indice glicemico con il ricorso a preparazioni ben calibrate, la seconda a alto indice glicemico con l’uso di qualità di riso come il Jasmin di origine tailandese (per molti versi analogo al basmati).
Chi aveva consumato il riso a alto indice glicemico dimostrava una rapidità maggiore nel prendere sonno probabilmente grazie al fatto che lo stomaco era meno impegnato nella fase di elaborazione avendo a che fare con alimenti raffinati e con poche fibre.
Ciò non significa ovviamente che allora è meglio consumare cibi raffinati a alto indice glicemico, semplicemente l’indicazione può essere utile in quei casi in cui si ha una seria difficoltà a dormire.
Venendo alla ricetta prevede proprio la presenza del riso jasmine accompagnato da un semplice pesce cotto al forno e dai verdi e squisiti asparagi, ormai e per nostra fortuna di stagione!!!

 

Riso jasmine con pesce e erbe

Riso jasmine al limone con pesce gratinato e asparagi 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di riso Jasmine,
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche,
  • 400 g di filetti di merluzzo diviso in 4 parti,
  • 50 g di pangrattato,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 400 g di asparagi circa,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare ripetutamente il riso e metterlo in una casseruola insieme a 500 ml di acqua, portarlo a ebollizione, abbassare la fiamma salando leggermente, coprire e far assorbire tutto il liquido.
  2. Nel frattempo tritare tutte le erbe aromatiche, mescolarle con 2 cucchiai di olio e condire il pesce, passarlo nel pangrattato e gratinarlo nel forno caldo a 190 gradi per 10 minuti.
  3. Pulire gli asparagi e cuocerli a vapore.
  4. Condire il riso cotto con la buccia di limone e stenderlo nei piatti, adagiarvi sopra il pesce gratinato e decorare con gli asparagi leggermente oliati.

Tags: , , , ,
Postato in Corriere della Sera, Pesce, Primi | Nessun commento »

Aggiungi un commento