Una triade divina a cui inginocchiarsi commossi

Scritto da Giuseppe Capano il 1 luglio 2014 – 17:28 -

Torta salata con pomodorini e basilico 318Iniziamo luglio con una ricetta improvvisata su due piedi per non vedere sprecati degli splendidi pomodorini biologici di piena estate un po’ deteriorati esternamente, ma sempre splendidi nel loro sublime sapore.
Un sapore che solo il sole e solo l’estate possono dare a questo frutto rosso di pianta usato universalmente un po’ per tutto anche se spesso in “malo modo” giusto per essere leggermente diplomatici.

Della fortuna che si ha si sa sempre troppo poco, della fortuna di avere un piccolo campo e vedere crescere da se i pomodori in estate senza che alcun veleno chimico gli abbia colpiti bisognerebbe scrivere un libro.
Si tratta di poesia alimentare e di umana costruzione di materie prime come figli da accudire e crescere sapendo che noi stessi già lo siamo, cioè figli di una natura e di una terra che come ci tratta altrettanto vorrebbe essere trattata.
Poi questo non succede in molti casi e come tutte le madri la rabbia della terra sa infliggere amare punizioni se i figli perseverano nel non capire.
Ok mi sono del tutto perso e di questi pensieri vi importa poco, siete qui per la ricetta e avete ragione!!!
Allora siamo partiti dagli ottimi pomodorini per quanto rovinati, basilico freschissimo di pianta, uova appena arrivate, farina ottima di un noto e geniale mulino.
Con la farina, acqua il quantitativo più scarso possibile di burro pronta la sfoglia, i pomodorini insaporiti in padella con (non mi stancherò mai di dirlo) il faro illuminante dei condimenti chiamato olio da olive, uova, latte e formaggio a formare la crema legante, il basilico e il suo divino profumo a impreziosire il quadro.
Tutto qua, grande merito ancora ai pomodorini di sole baciati, al divino basilico, all’oro colato chiamato olio da olive.
Una ricetta del cuore potrei in ultimo definirla visto che a proposito di madri ricorda pienamente la mia scomparsa troppo presto per lasciarmi il tempo di ringraziarla da viva per tutto l’amore che mi aveva donato.
Un ricordo legato al pomodoro perché la merenda sua che mi donava da piccolo era pane, pomodoro e olio, una triade divina a cui inginocchiarsi commossi!

 

Torta salata di pomodorini e basilico

Torta salata con pomodorini e basilico 518

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 150 g di farina 0,
  • 50 g di farina integrale,
  • 50 g di burro,
  • 300 g circa di pomodorini molto maturi,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 bel mazzo di basilico fresco,
  • 4-5 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 4 uova,
  • 200-250 ml di latte,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare insieme le due farine con un pizzico di sale, disporle a fontana e nel mezzo mettere il burro ammorbidito e un poco di acqua, impastare fino a formare una pasta morbida versando se serve altra acqua, coprirla e lasciarla riposare.
  2. Lavare e tagliare a fette i pomodorini, sbucciare e tritare l’aglio, rosolarlo velocemente in poco olio, unire i pomodorini, salarli e saltarli a calore vivace per 5 minuti raffreddandoli.
  3. Mettere le uova in una terrina e sbatterle con poco sale, il pecorino e il latte, pulire e tritare velocemente il basilico unendolo alle uova insieme ai pomodori freddi.
  4. Stendere sottilmente la pasta e adagiarla in una tortiera da 28-30 cm rivestita con carta da forno lasciando un bordo di almeno 1,5 cm, bucare il fondo della pasta e cuocerla da sola nel forno caldo a 180 gradi per 15 minuti circa.
  5. Farcire la pasta semi cotta con il composto di pomodori, uova e basilico, rimetterla nel forno per altri 15 minuti circa e lasciarla intiepidire.


Tags: , , ,
Postato in Cucina mediterranea, Ricette vegetariane, Secondi | Nessun commento »

Aggiungi un commento