Viva l’insalata

Scritto da Giuseppe Capano il 3 maggio 2015 – 21:33 -

Insalata di campo 318Se c’è un buon augurio che posso farvi è quello di vedervi sommersi da una montagna di insalata così tanta da doverla mangiare e consumare ogni giorno.
È un buon augurio credetemi, l’insalata è spesso svilita dall’abito esterno che da alcuni decenni gli è stato affibbiato, quello ci essere esclusivamente cibo da dieta, da dimagrimento, da pasto veloce e nullo giusto per placare la testa e un organismo in balia di convinzioni senza capo ne coda.

Le insalate sono, invece, un cibo prima di tutto collegabile alla salute, al buon alimentarsi, alla saggezza di saper prevenire con la materia prima della terra molti dei mali del corpo e dell’anima.
Una delle scene più nitide che ricordo sempre è quella di mia madre che consumava quasi quotidianamente una vasca di insalata, gli piaceva certo ma sapeva anche quanti tesori di salute incamerava così.
Non è che di per se sia un elisir contro tutti i mali, però consiglierei a chiunque di consumare il più possibile insalate, sceglietele come volete, verdi intense, verdi chiare, lisce, frastagliate, croccanti o amare, ma non fatevele mancare.
Mescolatele poi con quello che la stagione vi offre, carote, finocchi, sedano, cetrioli, zucchine, ravanelli, carciofi, rucola, fave, piselli, barbabietola, funghi, cipolle fresche, asparagi e così via.
L’importante è consumarle in abbondanza perché oltre al piacere e alla bella sensazione di esservi ben rinfrescati e dissetati mangiando farete un pieno di potenti alleati della salute!!!

Tappeto di insalate 518


Tags: , ,
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento