Alimentazione con equilibrio e moderazione

Scritto da Giuseppe Capano il 9 gennaio 2014 – 23:04 -

Sedano rapa in crema e dorato 318La ricetta che vi presento oggi coincide perfettamente con il discorso sulla frittura che portavo avanti ieri, qui questa tecnica così controversa aiuta a rendere molto più gradevole e attraente un crema che di per se non ingloba alcun tipo di grasso.
Non che non sia buona da sola senza alcun accompagnamento, però è indubbio che la presenza di queste parti minoritarie fritte fa superare a molti un immotivata diffidenza nell’assaggiarla.

Diventando così funzionale per lo stimolo al consumo di un ortaggio salutare e prezioso come il sedano rapa che soprattutto un pubblico difficile come i bambini rifiuta spesso a priori senza neanche tentare di assaggiarlo.
Abbiamo sinergia tra due tecniche di cucina opposte, prevale quella meno invadente dal punto di vista tradizionale che diventa ancora più preziosa e vincente grazie alla seconda tecnica.
Ora non si tratta di adottare questa strategia sempre e con frequenza quotidiana, però da questo possiamo riflettere con più lungimiranza su come l’interpretazione corretta della frittura (corretta anche nei modi tecnici, a questo proposito guardatevi questa tabella) può portare a risvolti interessanti e “utili”.
E di esempi interpretativi corretti e intelligenti ce ne potrebbero essere molti altri.
Ciò che conta è saper superare timori eccessivi seguendo la saggia strada dell’equilibrio nelle cose e della moderazione sensata nella frequenza di ripetizione.
E non solo per la questione frittura.

 

Sedano rapa in crema e dorato

Sedano rapa in crema e dorato 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g circa di sedano rapa,
  • 2 patate medio piccole a pasta bianca,
  • 3 foglie di alloro,
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere,
  • 50-100 g di farina di riso,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare il sedano rapa e tenerne da parte ¼, sbucciare anche le patate, sciacquare le due verdure e dividerle in piccoli pezzi condendole con le foglie di alloro lavate, la curcuma e un pizzico di sale.
  2. Trasferirle in una pentola insieme a 1 l di acqua e dal momento dell’ebollizione lessarle a calore basso per 25 minuti circa.
  3. Eliminare le foglie di alloro e frullarle in modo da ottenere una crema uniforme da regolare di sale e se troppo densa allungare con un poco d’acqua.
  4. Tagliare in sottili fettine o striscioline il sedano rapa tenuto da parte, infarinarlo, scrollarlo dalla farina in eccesso e friggerlo brevemente (se il sedano è sottile il tempo è anche meno di un minuto) in buon olio d’oliva caldo fino a renderlo croccante e dorato.
  5. Servire la crema calda con sopra il sedano croccante.


Tags: , ,
Postato in Minestre e Zuppe, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | Nessun commento »

Aggiungi un commento